Cosa hai notato dai tuoi articoli?

Rileggendo i miei articoli: ho notato alcuni problemi interessanti che mi hanno permesso di individuare alcune caratteristiche della mia psicologia

 

Cosa hai notato

dai tuoi articoli?

 

Credo che chi avrà letto gli articoli di questo blog abbia sicuramente notato un certo mio egocentrismo che a volte sembra vanità ostentata

ma devo ammettere che in realtà ho omesso alcune informazioni proprio perché non voglio interpretare la parte di colui che ostenta se stesso.

 

Ho cercato di essere sincero e ciò, a volte: può essere interpretato come un’ostentazione, ma ribadisco il mio concetto: cerco solo di comunicarti sincerità.

Invece: credo di non aver vinto la gelosia, mentre in alcuni articoli sostengo il contrario, perché per trasformarla:

ho solo trasformato me stesso in un single e sono molto geloso delle mie competenze professionali, ma non ho rancori per motivi legati alla gelosia.

 

L’unico rancore che mi resta è quello legato alle mie scelte, che potevano essere più razionali; mentre, invece, ho lasciato liberi il mio istinto e la mia coscienza: 

di esprimere ciò che desideravano sino a quando non ho smesso di percepirne gli impulsi che mi lanciavano oltre i limiti della razionalità.

 

Fenomeno che credo sia stato importante che avvenisse perché la mia paura risiedeva anche in un fenomeno di “riemersione”

di quei desideri, nella tarda età; per non averli appagati nell’età appropriata; siccome notai persone in età avanzata vivere ancora i problemi sessuali.


 

 


 

Cosa hai notato

dai tuoi articoli?

 

Un fenomeno che non consideravo mi è invece apparso dal nulla mentre consultavo alcuni articoli di psicologia:

è lo stile evitante di personalità; da non confondere con il disturbo evitante di personalità che giace sula parte patologica del soggetto;

mentre lo “stile evitante di personalità” è quello più frequente e poggia sull’estremità della soggetto sano.

Questo fenomeno psicologico si valuta in base al rendimento e al funzionamento del soggetto nella vita quotidiana.

Analizzando quanto incida il problema psicologico, nella vita del soggetto, si può determinare se dipenda da uno stile evitante di personalità o da un disturbo evitante di personalità.

 

 

Quali caratteristiche?

del tuo comportamento ti convincono

di vivere uno stile evitante di personalità?

 

1° Considero la mia casa il punto di riferimento e quindi non ho molti stimoli per uscire e frequentare altri luoghi

2° Mi fido di poche persone solo se molto conosciute e affidabili

3° Sono molto sensibile al giudizio degli altri e credo di percepire ciò che pensano di me, del mio comportamento e del mio carattere.

4° Accuso Timidezza ed ansia generata dall’eccessiva prudenza nell’interagire con la società; e ansia da prestazione nelle mie competenze professionali.

5° Percepisco l’intensa curiosità della mia coscienza e ho iniziato a concentrarmi maggiormente su ciò che desideravo in giovane età. Esempio: la costruzione del blog

6° La vita organizzata e pianificata è iniziata a piacermi più di quella improvvisata anche se dopo tre mesi inizio a desiderare cambiare abitudini professionali.

7° Sono eccessivamente sensibile a critiche e disapprovazioni, soprattutto se non giustificate, sino a rinunciare a qualsiasi  opportunità.


 

 


 

Cosa hai notato

dai tuoi articoli?

 

Il fenomeno che mi confermerebbe lo stile evitante di personalità potrebbe anche essere il rifugio nella spiritualità

per cercare la stima e la protezione in ciò che è invisibile ma percepisco mentalmente come gli attacchi dei miei pregiudizi attinenti al pensiero degli altri.

 

Anche la leggenda attinente la presenza aliena sulla Terra  “Anki’s Empire”  potrebbe essere uno strumento

per scaricare l’antipatia che provo verso il mondo economico che usa l’umanità a scopo di lucro; e rifugiarmi nell’ideologia:

di un complotto alieno per non attribuire questa responsabilità alla specie umana. 

 

La sensazione di nodo alla gola e gonfiore di stomaco sono presenti anche quando sto scrivendo un’articolo.

Tutte queste osservazioni potrebbero confermare la mia tesi ma non possono sostituire il parere del tuo psicologo.

 

Le cause del fenomeno evitante di personalità possono essere molteplici e ancora non del tutto comprese,

perché possono entrare in gioco fattori genetici, psicologici, cause legate all’ambiente in cui si è cresciuti.

 

Principalmente con l’avanzare dell’età si possono intravedere patologie di stile evitante di personalità ma anche

durante lo sviluppo del soggetto deve essere avvenuto qualche fenomeno che ha stimolato questa patologia.

Dalle ricerche emerge che sia l’abuso fisico che psicologico possono generare nell’individuo la difficoltà ad accettare le critiche e il desiderio di trovare approvazione nella società.


 

 


Cosa hai notato
dai tuoi articoli?

 

 

Posso concludere che: personalmente riscontro un leggero stile evitante di personalità che cercherò di curare tramite:

l’osservazione di me stesso e il controllo dei pensieri che tendono a preoccuparmi.

Frequentando la società e interagendo con anche chiunque possa offendermi perché nell’ascolto della critica: vi sono informazioni per migliorare e andare avanti.

 

Effettivamente: non ho mai testato su me stesso: l’annullamento dei pensieri che si preoccupano del giudizio altrui.

Cercando di vivere esprimendo la mia personalità senza il filtro del mio pregiudizio, un lavoro difficile ma che vale il gioco.

 

Fonti per le informazioni di psicologia:

Stile evitante di personalità – Problema evitante di personalità 

Istitutobeck.com – Wikipedia – Studicognitivi.it

 

Visita la categoria