smartphone e psicologia

Cosa causa lo smartphone alla psiche?

Anche l’uso dello smartphone mi ha fatto notare alcuni problemi psicologici causati dall’uso abitudinario del dispositivo 

 


Smartphone

Collegati con tutto il mondo

 

Cosa genera lo smartphone alla tua psiche?

Dopo l’esperienza con internet ed i miei blog voglio descriverti quali fenomeni psicologici genera l’uso continuo dello smart phone.

Tenendo in considerazione che il dispositivo, per la comunicazione sociale, è arrivato sui mercati ad un prezzo accessibile a tutti solo negli 80 del vecchio millennio.

Ne consegue che questa tecnologia è sorta con le generazioni nate durante quel periodo permettendo alla nuova tecnologia di entrare nella cultura delle nuove generazioni con molta facilità.

Mentre le vecchie generazioni come la mia hanno dovuto superare diversi fenomeni causati dall’avvento dello smartphone.

 

 

Quali fenomeni?

Causa lo smartphone alla psiche

 

Innanzitutto: il telefono cellulare è stato, per le generazioni nate prima della sua comparsa, come un oggetto fantascientific0

Mentre: per coloro che sono nati durante la sua normale presenza nella vita quotidiana: il telefono mobile è un oggetto come tutti gli altri.

La confidenza con questo dispositivo non è stata ottenuta tramite l’esperienza ma tramite la considerazione familiare dello smartphone .

 

Perché non ha generato in loro alcun stupore ma si è presentato nella loro vita come un oggetto utile alla comunicabilità sociale e al mondo del lavoro.

Ricordo che il cellulare generò in me un enorme stupore sia per la nuova tecnologia che per la comodità

di avere un dispositivo, per comunicare con tutti, sempre a disposizione per qualsiasi evenienza.


 

 

 


Cosa causa

lo smartphone alla psiche

 

Quali fenomeni psicologici scaturisce l’uso di un dispositivo portatile per le telecomunicazioni?

Osservazioni analizzate in circa trent’anni di esperienza con il telefono portatile, da circa 25 anni di età sino ad oggi che ne ho 53.

L’abitudine di comunicare con chi vuoi in qualsiasi momento stimola la fantasia a credere che tutti debbano risponderti in qualsiasi momento come se fosse dovuto.

 

Oltre a convincerti che, chi non ti risponde, lo faccia apposta oppure che sia nata qualche discordia tra voi.

Stimolando la curiosità che si addentra in vicoli oscuri per riuscire a comprendere perché non rispondi al telefono.

Anche la gelosia viene considerevolmente incrementata per se chiami il tuo ragazzo o la tua ragazza potresti pensare qualsiasi congettura attinente alla sua mancata risposta.

Grave problema è quello dei rumori di fondo, delle telecomunicazioni cellulari, che il cervello collega alla conversazione.

 

Infatti i disturbi radio che possono generarsi in una conversazione telefonica sono molteplici e possono essere interpretati

dal cervello come: rumori effettivamente connessi con la realtà fisica delle persone che comunicano tra loro.

Otre alla possibilità di generare il dubbio, durante conversazioni poco comprensibili, di interloquire con altre persone invece che con chi vuoi.

Infatti il tuo cervello non vede la persona fisicamente e quindi la collega al suo modo di esprimersi, che: se non compatibile con l’originale: provoca il dubbio.


 

 


Altri effetti collaterali

del telefono cellulare

 

Prima della comparsa e l’utilizzo, popolare, del dispositivo mobile per le telecomunicazioni: eravamo stimolati ad incontrarci e a comunicare direttamente con l’amico, l’amica, il parente.

Oggi non accade più perché siamo sovente al cellulare per esprimere ad un nostro amico le nostre emozioni e i nostri problemi.

Ho notato persone trascorrere ore al telefono come se fossero impossibilitate ad uscire di casa e incontrarsi al bar, per strada; com’era di normale uso nella vecchia era.

 

Invece che unire l’umanità, la nuova tecnologia: l’ha divisa ulteriormente anche se tutti siamo connessi e comunichiamo tra noi.

Per questo ci sembra che il fenomeno sia favorevole alla vita umana, ma ciò che l’umanità sta perdendo è di grande valore anche se purtroppo no riesce ad accorgersene.

Il problema più grave che ho riscontrato con l’uso quotidiano dello smartphone è il fenomeno dell’attesa di una telefonata importante.

 

Il fidanzato o la fidanzata che attendono la telefonata del loro partner, genera ansia: ero capace a stare ore in attesa dello squillo telefonico.

Che, per motivi sentimentali o professionali, era per la mia psicologia di vitale importanza:

ero soggetto ad innervosirmi moltissimo se non la ricevevo e da questo problema nascevano litigi assurdi.

Ma chi non conosce i problemi delle telecomunicazioni non pensa che siano la causa dei suoi nervosismi;

e tende ad associarli alla volontà o al carattere delle persone che usano dispositivi radiotelefonici.

 

I litigi e le controversie risolte via telefonica riescono a generare fenomeni molto ambigui: ricordo che, alla fine della conversazione:

ero solito a lanciare il telefono più lontano possibile con l’inevitabile soluzione di convincermi che ero stupido nel reagire così.

Ma quando interagisco con individui che non riescono a comprendere la banale soluzione di un problema mi si contorce lo stomaco.



Cosa causa

lo smartphone alla psiche

 

Concludo confermandoti la notevole utilità dei dispositivi per le telecomunicazioni per uso professionale e popolare.

Ma per risolvere i miei problemi, legati all’uso abitudinario dello smartphone, ho dovuto imparare a distaccarmi da esso e a non curarmi delle telefonate entranti.

Perché siamo ancora umani ed è normale non rispondere ad un messaggio o ad una telefonata, se fossimo robot non avremmo questo problema.

 

Imparai a lasciare a casa il cellulare tranne che per motivi professionali e mi allenai a vedere le persone con cui volevo comunicare.

Perché l’utilità di un oggetto risiede sempre nell’uso che ne fai ma soprattutto diventa inutile se ti leghi ad esso come se fosse indispensabile per la tua esistenza.

Tu: puoi vivere anche senza.

 

Grazie per la visita