Chi crederà negli inviati?

Solo chi è chiamato a credere: crederà; per i negatori: non fa alcuna differenza che tu li avverta, essi: mai crederanno

 

 

Cultura spirituale monoteista

 

Anche tu che stai leggendo, perché interessato a queste informazioni, leggi: perché sei chiamato alla spiritualità dall’Altissimo

Infatti: se Lui volesse tutti crederebbero, senza alcun sforzo; si è invece verificata la Sua sentenza nei confronti della specie umana.

Che ha scelto la conoscenza del bene e del male, a differenza degli altri animali, assumendosi la responsabilità della fede;

ma dopo averla ottenuta: a voltato le spalle e negato ogni evento.

 

Se proverai a parlare con qualcuno di spiritualità monoteista ti accorgerai che non tutti apprezzeranno ma solo alcuni.

 

 

 

 

Coloro che non credono:

 

rifiuteranno per tutta la loro vita il concetto della fede anche se effettivamente: credono anche loro in qualcosa, ma invece che nell’Altissimo:

crederanno in se stessi, in una donna, in un uomo, nella ricchezza, nella lussuria, nell’idolo, nel cornetto, nella fortuna, nella squadra di football,

nella sfortuna, nel diavolo, nelle false entità spirituali, nelle carte divinatorie, negli amuleti nelle fate e chi più ne ha più ne può aggiungere.

 

 

 

 

Come ho accennato nell’articolo precedente:

 

Il conflitto psicologico

 

dovuto all’ateismo dei miei genitori e al bigottismo dei miei parenti ai quali ero affidato: mi ha convinto a fare anche scelte

contro la fede monoteista per comprendere la verità.

 

Sacrificando anni di vita e opportunità professionali e sentimentali mi dedicai al lato oscuro della forza, direbbe Dart Fener.

Comprendendo che non potevo condividere quel tipo di esistenza, per forze maggiori: che non potevo dominare.

 

Ma le esperienze, verificatesi nel lato oscuro dell’esistenza: mi convinsero che vi era solo una verità e soprattutto che io non potevo negarla.

Più mi ostinavo a vivere nel lato oscuro più accadevano, ciò che io nomino: anomalie gravitazionali di tutti i generi, sino a quando:

non tornai sulla retta via.

 

Come vedi: non posso rifiutare di obbedire all’Altissimo perché quando vuole qualcosa gli basta esprimere: sii! Ed essa è.

Non conosco il vero motivo di questo destino spirituale che esiste un me sin da bambino; e forse mai lo scoprirò,

ma conoscendo i veri credenti del monoteismo: ho compreso che la salute del mio corpo e della mia psiche: risiede solo nella retta via.

 

 

 

 

Perché coloro che non credono: non crederanno?

 

Solo l’Altissimo può decidere, ormai, chi lo seguirà e chi sarà deviato per sempre perché il destino della specie umana si è ormai compiuto.

L’umanità: è stata divisa in due gruppi da Gesù (vangelo di Giovanni), che ha permesso agli umili di vedere con chiarezza e ha accecato

coloro che credevano di vedere nella loro presunzione e nel loro orgoglio.

 

 

 

 

Quindi il tempo è ormai scaduto

 

coloro che sono chiamati dall’Altissimo crederanno ma per coloro che negano e voltano le spalle

non farà alcuna differenza che tu li avverta essi non crederanno; anche se nessuno se n’è accorto: il tempo è finito.

 

Ma se solo pensi che potrebbe esserci un’invisibile entità che ci ha permesso l’esistenza allora stai ricevendo: una comunicazione urgente.

 

Non mancare di risponderGli.