Perché non ricordi la vita precedente?

Un dubbio che viene spontaneo quando trattiamo argomenti attinenti alla rinascita della coscienza di un individuo è il ricordo mancante delle vite precedenti

 

Perché non ricordi la vita precedente?

 

Il ricordo mancante

 

Non conosco la religione buddista e le filosofie che sostengono il fenomeno della reincarnazione anche se alcune persone

mi hanno spiegato superficialmente che credono in questo evento.

La mia considerazione nasce sempre da una cultura spirituale monoteista che sostiene l’esistenza di un’entità cosmica capace di creare tutto ciò che esiste.

Nel monoteismo non viene considerata la teoria della reincarnazione anche se nelle sacre scritture apparirebbe consona ad alcuni versetti.

 

Che la considerano come una resurrezione dei morti, ma io credo che non siano i corpi morti a rinascere ma solo le

loro coscienze che vi erano contenute.

Molti si domandano come avverrebbe questa resurrezione dei morti, ed attendono un segno per credere nella potenza e nella promessa dell’Altissimo.

Credo che il segno sia questo: la dimostrazione che siamo coscienze eterne che continuano ad evolvere trami nuovi

 

 

corpi umani in ambienti diversi.

 

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

Quali sono gli ambienti di destinazione?

 

La destinazione di ogni coscienza per un nuovo corpo è determinata dalle intenzioni e dai desideri espressi nelle vite precedenti.

Chi amava la guerra senza sapere cos’era rinascerà forse in un paese in conflitto potendo così giudicare direttamente cos’era ciò che amava.

Chi è stato indifferente difronte al povero e all’emarginato rinascerà povero e in circostanze di emarginazione.

Questo, a mio pare, affinché tutti possano comprendere cos’è il bene e il male come desideravano quando la specie umana voleva la conoscenza.

 

 

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

Perché il monoteismo nega la rinascita degli umani?

 

Credo che questo problema sia collegato alle politiche antiche che non permettevano al popolo di acquisire queste informazioni importanti

per poterlo meglio governare restando in questo modo nella completa ignoranza o cultura voluta dall’impero che gestiva le prime popolazioni civili.

Per meglio riuscire in questa impresa: gli antichi imperi divisero queste informazioni, tramandate dagli antichi, e

le dispersero tra i primi popoli del pianeta.

 

Che per convinzione di essere diventati i padroni della verità assoluta: aggiungevano particolari che differenziavano

la loro cultura spirituale da quella degli altri imperi.

Per differenziarsi da coloro che dirigevano le loro adorazioni verso il punto cardinale est piuttosto che sud est eppure a ovest invece che a nord.

Ma il Profeta ricorda: che ovunque volgi il tuo sguardo: li è il volto del tuo Signore.

 

 

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

Perché il bisogno di credere nei cicli vitali?

 

Innanzi tutto posso valutare l’esistenza di una vita precedente perché da quando la specie umana è nata su questo pianeta

ha dimostrato una notevole evoluzione intellettuale.

Evoluzione che sostengo sia dovuta a continui processi di morte e rinascita perché in una sola vita, come anche tu puoi constatare:

non possiamo apprendere tutto ciò che vuole conoscere la coscienza dell’uomo.

 

Coscienza: che bramante di informazioni spinge ogni individuo in esperienze sempre più ambigue per trovare le risposte che cerca.

La necessità di credere nella rinascita, continua della tua coscienza, in un nuovo corpo: è generata dal fenomeno descritto nei libri sacri

che indica la capacità dell’Altissimo di risorgere i morti siano essi umani che animali o vegetali, che apparentemente: in questa vita non accade.

 

Se consideriamo il fenomeno della rinascita della comunità umana, in tutte le epoche dell’esistenza, allora possiamo vedere il segno:

che conferma la potenza dell’Altissimo.

Oltre che a rispondere al continuo moltiplicarsi, negli ultimi secoli, degli esemplari della specie; che potrebbe indicare:

il raduno di tutta la sua comunità per il giorno della separazione finale.

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

Se tutti rinasciamo cosa ne è delle specie estinte?

 

Sia le specie animali che alcune popolazioni umane non sono estinte ma la loro forza vitale cosciente ha occupato altre specie animali e altri popoli.

Forse anche in un’altro sistema solare  perché l’Universo è in gran parte sconosciuto e come esiste la vita sulla Terra potrebbero esserci

infinite probabilità che esistano altri mondi abitati nel cosmo.

Il passaggio da un posto ad un ‘altro non implica alcun sforzo perché come per le piante: tramite il vento rinascono a chilometri di distanza

e trasportate dai volatili possono attraversare anche gli oceani.

 

Per mezzo delle sementi trasportate dagli uragani o ingerite dai volatili e poi rilasciate in altre zone del pianeta.

Nello spazio la coscienza potrebbe assomigliare ad un campo energetico costituito di particelle di energia che viaggiano

ad una velocità prossima a quella della luce.

Quindi: passare da un sistema solare ad un altro è facile e veloce come un battito di ciglia, senza neppure la necessità di un’astronave.

 

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

 

Il ricordo della vita precedente complicherebbe notevolmente questa vita perché la specie umana non rinasce per fare giustizia

Ma per evolvere e apprendere totalmente la conoscenza del bene e del male come decise all’origine dei tempi.

 

Questa conoscenza non consiste solo nel distinguere il bene dal male ma in tutto ciò che a questi due fenomeni è collegato:

acceso e spento, positivo e negativo, tristezza e felicità, sorriso e pianto, benessere e sofferenza, salute e malattia.

Caldo e freddo, zero e uno, povertà e ricchezza, amore e odio; eccetera eccetera…

 

Tutto ciò che ha permesso di migliorare e alleggerire la vita dell’uomo tramite questa conoscenza fondamentale,

anche per la tecnologia, la medicina, l’elettronica, la psicologia e la salute.

Ma se ti ricordassi che il tale o la tale ti hanno fatto un grave torto, nella vita precedente, sfrutteresti tutte le tue forze per vendicarti.

 

Invece che riconoscere le tue intenzione ed evolvere intellettualmente, infatti rinasci in questa vita per rivedere le intenzioni

che hai espresso nella precedente e comprendere ciò che scaturiscono.

O per proseguire il tuo percorso evolutivo tramite nuove esperienze desiderate o ereditate dalla vecchia vita.

Se tu ricordassi di essere vissuto in Italia vorresti tornarci anche se oggi vivi in Afganistan ma per la tua nuova esperienza

occorre quella nazione e quella popolazione.

Non servirebbe a nulla tornare dov’eri precedentemente occorre l’esperienza presente.

 

 

 

Perché non ricordi la vita precedente?

Cosa desideri per la prossima vita?

Io direi: anche ciò che desidero in questa

Desidero la salute, ricordarmi sempre dell’Altissimo, riuscire ad esprimere intenzioni che continuino a migliorare le mie esperienze esistenziali.

Fare solo scelte utili per migliorare la vita presente e quella prossima, ritrovarmi tra gente intelligente che

mi permetta di apprendere ciò che ancora non so.

Nella pace e nella collaborazione collettiva di una speciale ed intelligente comunità umana.

 

 

 

Per non essere accecati dalla presunzione

 

Tutto ciò che ho scritto nasce dai miei studi, dalle ricerche, dalle esperienze personali e dalle continue domande che mi vengono rivolte.

Sono un essere vivente come tutti gli altri che esistono nel cosmo; e non posso sostituirmi alla volontà dell’Altissimo,

ne varcare l’orizzonte degli eventi per conoscere i Suoi progetti.

Egli fa ciò che vuole e sostituisce alla creazione tutto ciò che desidera senza per questo dover rendere conto a qualcuno.

Quando vuole scaturire un fenomeno gli basta dire: Sii! Ed esso è.

Come gli antichi uomini tramandavano oralmente le loro osservazioni: continuo la tradizione trasmettendo le mie considerazioni

per coloro che le vorranno tramandare per il resto del tempo; affinché la specie umana: sia libera dalle congetture, dall’ignoranza e dall’illusione;

siccome conoscere: è il primo desiderio dell’uomo e della donna sin dall’inizio dei tempi.

 

lire l’article en français

Pourquoi ne te souviens pas de ta vie antérieure

 

read the article in English

Why don’t you remember your previous life?

 

lee el artículo en español

Por qué no recuerdas tu vida anterior?

 

Questo è un viaggio infinito, ora, forse: hai capito