Il Periodo per programmare la vita

Come tutti gli anni sta per iniziare il periodo natalizio  che corrisponde al momento migliore per programmare l’anno nuovo tramite le nostre intenzioni


Il Periodo per

programmare la vita

 

Queste Informazioni credo siano più utili per coloro che vivono nell’Emisfero Settentrionale, della Terra, perché in quelle meridionali il clima, in questo periodo, è diverso.

Anticamente il periodo natalizio che inizia il 24 di dicembre e finisce il 6 di Gennaio era considerato utile per programmare la nostra mente per tutti mesi del nuovo anno.

Tradizione che permetteva agli individui e ad una comunità di organizzare il tempo futuro perché la mente fosse pronta ai mutamenti della natura

 

Che richiedevano attenzione da parte dell’uomo uscito dal regno animale e quindi responsabile della sua sopravvivenza.

Così gli umani compresero che applicando la volontà pensante al ciclo della natura egli poteva affrontare con più facilità ed organizzazione ogni fenomeno naturale.

 

Che permetteva un buon raccolto, la caccia, la pesca e la sopravvivenza dei nuovi esemplari e degli anziani

Programmare l’anno successivo era importante per l’applicazione mentale che si trovava, con la programmazione, sotto il dominio della volontà del soggetto.

 

Questo periodo, che viviamo dal 24 al 6 gennaio, è un momento molto utile e appropriato per programmare l’anno successivo.

Perché, in questo periodo, la mente umana si trova in una condizione adeguata per esprimere le giuste intenzioni e non confonderle con mere congetture.

 

A permettere questa situazione mentale sono le temperature più fredde nelle zone che comprendono l’emisfero settentrionale terrestre.

Oltre alla presenza di poche  ore di luce e notti più lunghe nelle quali il cervello può riposare più ore riuscendo ad elaborare dati che non riuscirebbe nelle poche ore di riposo.

 

Anche l’interazione gravitazionale di alcuni pianeti come la Luna e il Sole e asteroidi come la cometa potrebbero influire sulla psiche umana nel migliorare il funzionamento neurologico.

Alcuni associano i dodici sali  omeopatici di Schussler alla programmazione mentale assumendo mono dosi alla diluizione 1000 Ch o  200 Ch

secondo la terapia prescritta dall’omeopata.

 

vanno assunti a stomaco vuoto e almeno 90 minuti prima di pranzare, possibilmente con una meditazione di 20 minuti

cercando di rivedere, mentalmente, i progetti per il nuovo anno durante l’assimilazione dei sali minerali.

 

Il Periodo

per programmare la vita

 

Metodo per programmare la vita

 

Scrivendo ed eseguendoPer almeno qualche ora al giorno, ciò che vorresti fare durante i mesi dell’anno nuovo.

Siccome i giorni dedicati alla programmazione effettiva iniziano dal giorno 26 dicembre compreso e finiscono il 6 gennaio compreso:

ogni mese del nuovo anno corrisponde ad un giorno, esempio: il 26 dicembre rappresenta gennaio, il 27 febbraio, il 28 marzo e così via.

 

Puoi decidere di iniziare prima del 26 e terminare prima del 6; l’importante è ricordare, ogni giorno, di applicare la mente e il fisico

a ciò che vuoi fare durante il mese corrispondente.

Nonostante gli omeopatici apprezzino questa tecnica applicata all’associazione dei sali Shussler:  ho constatato

che funziona anche senza l’assunzione dei sali omeopatici.

 

Purché il soggetto si impegni realmente ad eseguire in quei dodici giorni stabiliti per  la programmazione:

Ad eseguire mentalmente e fisicamente ciò che vuole programmare per i mesi successivi; cioè: con la meditazione e la pratica

oltre a scrivere ogni giorno le proprie intenzioni.

 

 

 

 

Terminati i dodici giorni di programmazione

 

ti accorgerai che la tua mente e il tuo corpo sono spinti naturalmente a fare ciò che hai programmato.

Stimolati dalla memoria a lungo termine e forse anche dall’inconscio.

Nonostante non assuma prodotti omeopatici per motivi economici: ho provato 20 anni fa ad eseguire la programmazione tramite i sali di Schussler

 

Per almeno cinque volte con diluizioni di diversa gradazione dalla 200 Ch alla 1000 Ch ma feci uno sbaglio:

assunsi una monodose omeopatica di un sale alla 10 000 Ch e di un altro alla 50 000 Ch.

E questo errore mi sbalzò totalmente oltre la programmazione perché non ancora capace di affrontare alcuni fenomeni esistenziali.

 

Quindi consiglio vivamente di consultare il tuo omeopata se vuoi intervenire, con l’omeopatia, sulla programmazione del nuovo anno

o semplicemente per reintegrare i sali minerali utili all’organismo.