Telefono Ottico di Graham Bell il Fotofono

Il telefono ottico nasce nel 1880 per mano di Alexander Graham Bell, strumento capace di trasmettere il suono tramite segnali luminosi

Il Fotofono

 

Il telefono ottico è uno strumento capace di trasformare la vibrazione sonora in raggi ultravioletti, infrarossi o luce visibile.

Il telefono ottico è capace di ricevere tali segnali e a trasformarli nuovamente in segnali acustici.

Alexander Graham Bell inventò il questo dispositivo nel 1880 ma non fu mai commercializzato perché molto più costoso del telefono elettrico.

Oltre alla necessità di costruire reti telefoniche in fibra ottica, per l’uso di questo dispositivo,

necessarie, perché la luce non oltrepassa gli ostacoli come le onde elettromagnetiche a radiofrequenza.

Oggi la fibra ottica è impiegata in molte tratte telefoniche, ma non all’inizio e alla fine della tratta;

il segnale viene prima inviato tramite onde elettromagnetiche, trasformato in segnale luminoso, ritrasformato in segnale a radiofrequenza.

 

Il fotofono

è uno strumento per comunicare tramite un segnale elettromagnetico nello spettro dell’infrarosso, dell’ultravioletto o di luce visibile.

Un microfono riceve il segnale sonoro che viene trasformato in impulso elettrico e successivamente in uno luminoso, che trasmesso ad una fotocellula di un telefono ottico ricevente:

converte nuovamente il segnale luminoso in elettrico e successivamente sonoro, che verrà ascoltato tramite un altoparlante.

I dispositivi; trasmittente e ricevente devono essere schermati dalla luce esterna, perché possano comunicare tra loro e raggiungere alcuni chilometri di distanza nel giorno,

mentre nella notte, la portata, aumenta notevolmente; se non sono presenti agenti atmosferici che disturbano la trasmissione.

La scoperta di Bell avvenne tramite una cella al selenio che ha una resistenza elettrica variabile dipendente dell’esposizione alla luce;

quindi costruì una cella  al selenio con una resistenza che variava da 300 a 150 ohm e che permetteva di ascoltare, queste variazioni di intensità, tramite una cuffia acustica.

La prima trasmissione telefonica avvenne tra la scuola Franklin House e il laboratorio di Bell a una distanza di 213 metri.