Ibrahim o Abraham le sue origini la sua discendenza

Chi è Abramo? Quali sono le origini di Abramo? Egli diventa il capostipite delle religioni monoteiste perché dalla sua discendenza nascono con Ismaele i popoli arabi e con Isacco le dodici tribù di Israele

Ibrahim o Abraham

 

Abramo è il Patriarca dell’Ebraismo, del Cristianesimo, dell’Islam e del Bahai, il nome originale era Avram secondo la Genesi  al capitolo 17 versetto 5; cambiato da Iddio In Abraham

(introduzione al Kebra Negast)

 

Avram significa: padre nobile ed elevato

modificato da Iddio in Abraham col significato di: padre di una moltitudine

perché considerato il padre di molti credenti

Abraham o Ibrahim discende dalla genalogia di Shem-Terah  (nome post diluvio: Arpachshad) uno dei cinque figli di Shem che è il primo figlio di Noè.

 

Discendenti 

 

I fgli di Abramo sono: Isacco, da cui derivano le 12 tribù di Israele

e Ismaele dalla cui stirpe nasce Mohammad il Profeta dell’Islam che è figlio di Adnan figlio di Ismaele, Figlio di Abramo

 

alla cui genealogia appartiene anche la madre di Mohammad, l’ultimo profeta della rivelazione del Dio Vivente.

Altri figli di Abramo, partoriti dall’ultima moglie Ketura, divennero 16 gruppi di nomadi protoArabi.

 

Gli Ebrei

 

La genealogia del popolo Ebraico nasce in Mesopotamia, da Eber o Ever usato come aggettivo per chiamare Abramo in genesi capitolo 14 versetto 13 che significa “al di la di”

 

probabilmente provenienti dalla regione di Ur, gli Ebrei migrarono in Palestina verso il 2000 a.C.

 

Il nome Ebreo nasce da Eber nato nel 1721 (dopo la creazione) e morto nel 2185 (dopo la creazione secondo il calendario ebraico) e vissuto 464 anni secondo tradizione Ebraica,

ancora presente alla nascita di alcuni figli di Giacobbe.

 

Eber era fglio di Sela pronipote di Sem che era uno dei tre figli di Noè, morto nel 2006 dopo la creazione secondo calendario ebraico.

 

Gli Ebrei erano un Popolo seminomade di lingua semitica, i nomi originali in Ebraico sono Ivri e Yhudim o Yehudim.

 

Gli Yehudim erano sotto il dominio di babilonia e avendo perso la loro divinità, passando al culto di Agade e Babele, erano sperduti e senza guida,

Nella Biblioteca di Assurbanipal erano raccolti e conservati molti documenti dell’Impero di Shumer che spiegano la storia dell’uomo, della divinità Enki, Adapa, Inlil, Adapa, Hebat, Lilit

 

Gli Yehudim si appropriarono di questa genesi dell’uomo ma portando un grande rancore verso i loro carcerieri salvati, dal diluvio,

grazie all’intervento di Enki che sarebbe diventato nemico degli Yehudim perché divinità dei loro oppressori.

 

Enki fu chiamato Satanama che anticamente indicava la via del risveglio mentre dagli Yehudim gli fu assegnato il significato di nemico ed avversario dell’umanità.

Genesi 12; 1, 2, 3

 

Iddio disse ad Abraham

  1. Vattene dal tuo paese, dalla tua patria e dalla casa di tuo padre. Verso il paese che io ti indicherò

  2. Farò di te un grande popolo e ti benedirò. Renderò grande il tuo nome e diventerai una benedizione

  3. Benedirò coloro che ti benediranno e maledirò coloro che ti malediranno; ein te saranno benedette tutte le famiglie della terra.