Cos’è Il buco nero: la singolarità gravitazionale

Per la teoria della relatività generale: la singolarità è una possibile configurazione della materia spazio tempo


Cos’è il buco nero?

La singolarità

 

Il buco nero si forma durante il fenomeno in cui un corpo raggiunga una densità talmente elevata da generare un collasso gravitazionale della materia spazio tempo

Quando un corpo entra in un buco nero e attraversa il suo orizzonte degli eventi: tale corpo viene, dalla forza di gravità,

trasportato nella singolarità del buco nero, dove viene schiacciato ad una densità pari a quella del buco nero.

 

Il corpo è compresso ad una densità infinita che lo somma alla massa totale del buco nero.

La grave deformazione dello spazio tempo causata dalla densità infinita di un buco nero, teoricamente: può generare una scorciatoia spaziale tra zone distanti del nostro universo.

 

Scorciatoia causata dalla notevole deformazione della materia spazio tempo, che lo piega su se stesso; avvicinando due punti distanti tra loro.

Dalla forza di gravità di un buco nero anche la luce: resta intrappolata, per fuggire dalla sua interazione gravitazionale occorre superare la velocità della luce stessa.



Cos’è il buco nero

La singolarità:

 

può essere coperta dall’orizzonte degli eventi, che è la superficie limite dalla quale nessun osservatore esterno può esserne influenzato, osservandolo direttamente;

perché la luce non può uscire dalla forza gravitazionale esercitata dal buco nero.

Oppure presentarsi come una singolarità nuda, priva di orizzonte degli eventi, accessibile all’osservazione dall’esterno del buco nero

 

La singolarità nuda è priva di orizzonte degli eventi, una singolarità dove la densità è infinita;

dagli scienziati è stato calcolato che una consistente quantità di energia elettrica, inviata nella singolarità di un buco nero: causerebbe la sovrapposizione degli orizzonti degli eventi:

 

che li annullerebbe, formando di conseguenza una singolarità nuda osservabile dall’esterno del buco nero.

Esperimento impraticabile per la mancanza di una fonte energetica così elevata che consiste in tutti gli elettroni di tutti gli atomi del sistema solare.


 


Cos’è Il buco nero

la singolarità gravitazionale

 

 

Il Buco nero nasce dall’esplosione di una stella super massiccia di circa sei o sette volte la massa del sole, una supernova.

La massa della stella fa crollare il suo nucleo e tutta la materia stellare precipita verso il centro della stella.

Concentrandosi sino a trasformarsi in un punto infinitamente denso dal quale: neppure le radiazioni, i segnali radio e la luce ne possono uscire.

 

Questo fenomeno:

è molto diverso dai fenomeni che avvengono nel sistema solare e di conseguenza non è analizzabile con le leggi fisiche del pianeta Terra, perché il suo stato fisico non esiste sul pianeta.

Misurando la velocità del gas in orbita intorno a un buco nero puoi conoscere l’intensità del campo gravitazionale e conoscerne la massa.

 

La superficie di un buco nero è l’orizzonte degli eventi, una radiazione o un’onda luminosa, che si avvicina a questo orizzonte ma con le dovute distanze:

viene incurvata dall’interazione gravitazionale del buco nero ma continua il suo viaggio, mentre entrando nell’orizzonte degli eventi verrà compressa e sommata alla massa del buco nero.

Se la massa di un buco nero fosse appena due volte quella del sole il suo orizzonte degli eventi avrebbe un diametro di 12 chilometri.


Visita le categorie