Come nasce umanambiguita, Anomalia G. I0I

Come viene concepita umanambiguita.com? Quando viene ideato questo blog? Umana Ambiguità viene concepita in un’osservazione ambigua che ha stimolato la mia fantasia

Come nasce umanambiguità

 

 

Il mio desiderio di comunicare e di proporti informazioni interessanti e divertenti, ha stimolato la mia fantasia nel cercare un’idea originale e adatta a qualsiasi pubblico.

Come nasce l’idea

Nasce in un’esperienza non comune che ho deciso di chiamare anomalia gravitazionale IOI per aver vissuto di persona un’esperienza anomala che mi ha ricordato il film di Cristopher Nolan “Interstellar”  e la fisica quantistica.

Già da molti anni mi interessavo a questa scienza e il film “Interstellar” mi permise di capire alcuni concetti che sottovalutavo.

Cosa mi ricorda il film?

Interstellar è un film fantascientifico con  riferimenti scientifici di Astrofisica e Fisica quantistica che è un settore di ricerca dell’astrofisica e della fisica nucleare.

La fisica quantistica studia il comportamento di tutte le frequenze della luce sia come fenomeno particellare (Fotone: particella della luce o radiazione);

sia come fenomeno ondulatorio (onda elettromagnetica)

La meccanica quantistica studia l’interazione della luce con la materia e la reazione della stessa sottoposta a tale radiazione o luce.

Anche l’onda gravitazionale genera un campo elettromagnetico che viene osservato tramite lo studio della radiazione emessa da tale campo gravitazionale,

chiamata anche increspatura nella materia spazio tempo.

 

Nel film Interstellar:

viene considerata, più volte, l’anomalia gravitazionale come un fenomeno di interazione che dipende da noi stessi,  che cerchiamo di comunicare in questo mondo da una dimensione parallela,

dalla quale osserviamo noi e il nostro tempo; e tramite la gravità cerchiamo di comunicarci messaggi utili da quella dimensione.

Il film incentra l’attenzione nella camera di una fattoria; e su alcune tracce di sabbia cadute dal soffitto sul pavimento, dopo una forte tempesta di sabbia.

Queste tracce vengono studiate dal protagonista principale del film; risultando decifrabili in codice binario e dalla cui analisi vengono estratte delle coordinate, che cambieranno il destino di molte persone.

Da questa parte del film ne sono molto incuriosito e tengo in considerazione l’anomalia gravitazionale, come un’esperienza che sovente chiamiamo “coincidenza” oppure “caso”

ma? Cosa mi accade di tanto anomalo?

 

L’anomalia gravitazionale IOI

 

Questa è un’osservazione personale di un evento realmente accaduto e interpretato come un’anomalia gravitazionale nella mia vita.

Un pomeriggio nell’agosto 2017, nella pausa di lavoro, mi corico sul divano per un po’ di relax; le terre e gli orti mi attendono e io attendo che cali un po’ il caldo.

Mentre riposo, la mia vista si perde a osservare il soffitto; mi accorgo che sarebbe il caso di imbiancarlo perché un po’ ingiallito dalla fuliggine del camino.

Continuo a guardare il soffitto e cerco figure lasciate dall’umidità ma proprio perpendicolare a me noto tre linee distinte, due segmenti lunghi e uno più corto.

Alla prima considerazione penso che stia cedendo il soffitto ma dopo aver controllato mi rassicuro, allora mi preparo un caffè, tanto ormai mi sono alzato.

Ma quelle tre linee non lasciano la mente e allora cerco di riflettere da cosa possono dipendere.

Non trovo risposte valide

il soffitto è sicuro, non cede, non vi sono crepe, solo tre linee bianche due simili e una diversa.

Allora lascio spazio alla fantasia e improvvisamente mi torna in mente il film Interstellar, il codice binario e le coordinate.

Decido di attribuire il numero 1 alla linea lunga e lo 0 alla linea corta, quindi analizzo le linee che sono in questo ordine “IOI” e traducendo dal codice binario ai numeri decimali ottengo il numero 5.

 

Trovare un numero sul soffitto sembra solo un caso o uno sbaglio nell’intonaco.

Inizio a collegare il numero 5 ai suoi significati: 5 sono i sensi fisici, 5 dita per mano,  5 pianeti visibili a occhio nudo, il pentateuco, i 5 grandi profeti dell’antico testamento.

Tutto ciò mi lascia perplesso, lascio perdere i ragionamenti fantasiosi e torno a lavorare ma in quel momento rivedo la mia vita e tutto ciò che ho appreso,

considero l’importanza di comunicarlo perché credo che ogni nostra esperienza sia un’informazione che può essere utile anche ad altri.

Ne parlo con mio figlio e mi consiglia di costruire un sito; mi metto subito all’opera, inizio a pensare il nome di questo contenitore informatico delle mie conoscenze fisiche e intellettuali.

 

 

Il primo nome

 

il primo nome che si presenta nella mia mente è: “Infinity Dimensions” in riferimento alle molteplici realtà esistenti sul pianeta Terra e nell’uomo.

Quindi cerco di riunire tutte queste dimensioni nel concetto più appropriato per un blog multitasking e noto che tutte le dimensioni nascono dall’ambiguità della vita e dell’essere umano.

Cercando di unire le parole: umano e ambiguo, trovo umanambiguità e il 3 novembre 2017 concepisco e registro il sito www.umanambiguita.com

Il lavoro sarà lungo e faticoso perché non ho esperienza informatica ma soprattutto manca la mentalità per lavorare nel web.

Costruisco e smonto il sito almeno tre volte, pubblico senza criterio perché non conosco questo mondo, ma dopo alcuni sforzi finalmente trovo le coordinate per sistemare ordinatamente il mio blog.

Dopo un lavoro di educazione all’informatica, durata circa 10 mesi, iniziano ad arrivare i primi risultati.

Il mio blog umanambiguita,com è pronto per iniziare il suo viaggio, nell’intento di divertire informandoti.

Leggi l’articolo:

Cos’è il codice binario

Chi è Guss Old Lion

Cos’è l’anomalia gravitazionale

Lascia un commento