Una Luna artificiale in Cina per risparmiare

A Chengdu: una popolatissima città della Cina, il presidente della Aereospace Sciense and Tecnology e l’amministrazione comunale progettano di lanciare un satellite nel 2020 che illumini tutta la città

Luna artificiale

 

Una luna artificiale a sud ovest della Cina permetterebbe, al 4° centro abitato più popolato del paese

una metropoli con 14 milioni di abitanti, di risparmiare 2,5 miliardi di €uro in cinque anni.

Si tratta di un satellite che illuminerebbe a giorno la città di Chengdu, uno dei più importanti centri

economici, eliminando l’illuminazione a gas per i lampioni tutt’ora in uso.

Il satellite artificiale sarebbe otto volte più potente della Luna originale e il progetto prevede il suo lancio e la messa in orbita per il 2020.

Con un rivestimento applicato sotto le ali che rifletterà la luce del sole, non sono stati rivelati ulteriori dettagli.

Il grande specchio riuscirà ad illuminare una zona compresa in un diametro che varia da i 10 agli 80 chilometri di lunghezza.

Considerando che la zona da illuminare è di circa cinque mila chilometri quadrati, il lampione artificiale potrebbe eliminare, quasi tutti, i lampioni operativi.

Negli anni novanta è stato lanciato, dai russi, un satellite per l’illuminazione dallo spazio riuscendo ad illuminare l’emisfero terrestre che si trovava al buio.

Mentre nel 2013 sono stati installati nel cielo della città di Rjukan, in Norvegia, tre specchi per illuminare il paese.

I problemi, di chi si oppone a queste tecnologie, sono quelli di non poter avere il buio neppure lontano dalla città ed anche gli animali ne risentirebbero.

Ma i responsabili del progetto rassicurano gli abitanti:

che il satellite artificiale non arrecherà alcun disturbo e che si tratterà di un’illuminazione simile a quella del tramonto del Sole.

La tecnologia sta facendo passi da gigante e presto andremo tutti nello spazio, resta solo l’incertezza

dovuta al sentimento, per la naturalezza.

 

 

Fonti

www.esquire.com

 

 

 

Lascia un commento