Categorie
Ambigua Umanità

I Talebani: studenti della scuola coranica, iraniana, oggi al potere

Talebani è il nome plurale di Taleb col significato di studente, oggi un’organizzazione politico militare al potere in Afghanistan dal 15 agosto 2021

Taleban studenti dell’Afghanistan

Dalla devastazione economica dell’Afghanistan causata dalla guerra civile in cui cadde il paese dopo la caduta del governo democratico appoggiato dalla Russia sino al 1992

nacque una forza umana con lo scopo di riportare l’ordine nel paese, eliminando i ricatti economici, pretesi dai signori della guerra civile ed imponendo con la forza: la pace e la fine dello sfruttamento sociale causato dalla guerra, richiamando la società ai valori della religione islamica.

 

I talebani: studenti del Corano

Talebani è il nome plurale di Taleb col significato di studente conosciuto in occidente per l’uso improprio del termine dai canali di comunicazione di massa.

L’austerità, la famiglia e la solidarietà, l’interpretazione islamica del ramo sunnita, appoggiata dall’organizzazione fondamentalista pakistana e finanziata dai loro seguaci sauditi,

che si appoggiano ad una interpretazione tradizionalista del Corano e al misticismo sufi: sono i caratteri che delineano la cultura dei Talebani.

Per il popolo talebano, che si ispira all’islam integralista e alla sunna del Profeta, considera la corrente islamica shiita: miscredenza come gli appartenenti al ramo islamico sciita, giudicati: kuffar o kafirun i miscredenti;

persone che confondo la retta via e i detti del profeta Muhammad con la deviazione e la menzogna per incrementare i loro interessi economici e politici.

 

I talebani

pur essendo integralisti islamici, non rinnegano le pratiche tradizionali popolari ad eccezione dell’idolatria, come per le statue del budda che vennero distrutte

proprio per evitare tale forma deviante di adorazione delle pietre e di qualsiasi altro oggetto che rappresenti spirito vivente costruito dall’uomo, come fu vietato anche dai libri sacri del vecchio testamento dei profeti del monoteismo.

 

Il divieto

imposto dai talebani, per la coltivazione dei papaveri da oppio: esprime chiaramente la volontà di questo popolo di ripulire il paese dalla droga; infatti:

dall’oppio viene estratta morfina ed eroina due piaghe del mondo intero che rovinano milioni di giovani e di cui l’Afghanistan è molto ricco circa il 70% del prodotto mondiale;

questo forse il primo motivo di tanto odio occidentale verso il popolo talebano che non vuole un’economia fondata sulla coltivazione di droga; ma che purtroppo arricchisce più gli occidentali che gli afghani.

I divieti si allargano anche al mondo musicale e cinematografico: due strumenti che tentano e riescono a deviare, i più giovani, dalla retta via spingendoli inevitabilmente nel mondo della droga, della prostituzione e della delinquenza

a favore di coloro, che da questi fenomeni, innescano un commercio di miliardi di dollari incrementando il traffico di armi, droga e carne umana.

 

Saliti al potere

i Talebani istituiscono la Sharia: legge islamica diretta da studiosi di diritto, laureati in giurisprudenza islamica che applicano la riforma talebana obbligata a comandare il bene e punire il male.

Per il reato di furto fu applicata la legge del taglione e la lapidazione per chi commette adulterio: lasciando la sua sposa o sposo per unirsi sessualmente ad altra persona.

Il Corano è esplicito, in questi casi, e propone anche la scelta del perdono e del risarcimento per chi ama trovare ricompensa presso il Creatore.

Bandita qualsiasi moda occidentale per evitare che i giovani si perdano in miscredenza e inutili esperienze che possono solo portare danno all’individuo che le sceglie.

 

La sunna

Senti, sovente, parlare di sunniti e sciiti la differenza sta nella considerazione che i diversi partecipanti alle due classi danno all’insegnamento Coranico.

I sunniti fondano la loro cultura e il comportamento sul pensiero giuridico e sociale della comunità islamica che mira esclusivamente a gli insegnamenti del Profeta Muhammad, che per i credenti musulmani è un esempio da imitare.

I sunniti sono l’ortodossia islamica e costituiscono oltre il 90% dei credenti islamici ed assunsero tale forma di fedeltà sin dall’anno 700 (primo secolo dalla nascita dell’islam) dopo la morte del profeta Isa che in arabo significa Gesù.

 

Di Gooss Old Lion

Information & Entertainment - free and realy social comunication

Umanambiguità: esprime e manifesta la struttura dell'umanità con informazioni che svelano misteri