Quali trucchi nasconde la magia

Vuoi conoscere i trucchi più convincenti della prestidigitazione e della magia? In questa pagina trovi informazioni per capire l’abilita dei prestigiatori che stupiscono il pubblico

Stupore & Magia

 

La magia è una parola che deriva dalla lingua greca e si riferiva ai Magi della Persia che seguivano la dottrina Zoroastraiana.

Cercare di manipolare gli individui e le situazioni è il fine della magia che tramite formule o riti magici, presuppone di aver potere sugli eventi.

Con questo termine si tende a indicare quella serie di eventi non ancora spiegabili dalla scienza e che restano occulti.

 

 Magia: interpretazione della parola

1) Convinzione di poter esercitare potere sugli eventi e sulle persone al fine di modificarne il destino o il carattere.

2) Viene chiamata magia ogni scienza occulta o di cui non conosciamo le formule matematiche, le leggi fisiche, o la capacità artigianale di produrre oggetti, dipinti, poesie, che incantano l’osservatore o l’ascoltatore.


diverse categorie di magia:

 

  1. Magia a incantesimi: che genera mutamenti tramite la recitazione di alcune parole.
  2. M. divinatoria: utilizza l’astrologia, la cartomanzia, la chiromanzia.
  3. Mag. simpatica: generata con l’uso di amuleti, talismani, immagini e oggetti simbolici.
  4. Magia. di contatto: implica l’uso di filtri magici, oggetti o indumenti da indossare intrisi di ingredienti naturali.
  5. Mag. di similitudine: consiste nell’interpretazione di versi o comportamenti che assomigliano a ciò che si desidera ottenere.
  6. Usata anche dai popoli primitivi, preparandosi per l’animale che volevano cacciare, imitandone i gesti, i versi e il comportamento.

Prestidigitazione

 

Il prestidigitatore viene considerato un mago e il suo lavoro consiste nel generare effetti magici,

tramite la tecnica della velocità manuale, digitale e l’allenamento nel muovere le mani e il corpo, spostando oggetti;

che in determinate situazioni d’ambiente creano allo spettatore un’illusione ottica che appare magica.

I trucchi, per gli spettacoli di prestidigitazione, possono essere di carattere chimico, elettrico, fisico, meccanico, idraulico, ottico o psicologico.

 


Ciò che per primo necessita in uno spettacolo di

prestidigitazione è genrare il sentimento di meraviglia

a cui possono essere associati altri sentimenti riguardanti la comicità, la cultura, la drammaticità, la religione:

qualità dello spettacolo che il prestigiatore sceglie in base alle esigenze del pubblico,

che è predisposto all’illusione per via del suo interesse a questo genere di spettacolo.


Lo spettacolo consiste:

  1. Generare l’illusione, di creare effetti impossibili, per il cervello umano
  2. Praticare la simulazione di eventi realmente possibili

Ciò che genera l’effetto magico del prestigiatore non è tanto ciò che lui fa ma come il pubblico è predisposto.

nel senso:

La possibilità di memorizzare grandi quantità di dati in un brevissimo lasso di tempo è una qualità del genere umano

ma purtroppo non viene considerata possibile dal senso comune collettivo,

quindi chi si troverà di fronte a un individuo che conosce queste capacità, e riesce ad usarle:

verrà interpretato, da colui che ne è ignaro, come un fenomeno magico mentre invece è una naturale capacità umana.

Come chi: non a conoscenza di qualche arte, resta affascinato dal sentimento di stupore in ciò che si ritiene incapace, ma in realtà:

potrebbe farlo anche lui

La magia è un’arte che si basa sull’ignoranza del pubblico riguardo all’effetto generato.