Qual’è una causa d’insonnia?

Oltre all’alimentazione squilibrata e alla mancanza di fatiche che consumano l’energia del fisico: ho notato un’ulteriore causa che può generare l’insonnia

 


Qual’è una causa

d’insonnia?

 

Ho già fatto notare in altri articoli come l’insonnia possa dipendere da molti fattori che possono collegarsi insieme oppure che si presentano singolarmente.

Un’alimentazione scorretta può accelerare il battito cardiaco come la caffeina oppure aver digiunato la sera può privarti del sonno notturno.

Anche la mancanza di attività fisiche può essere causa d’insonnia perché l’organismo non ha scaricato l’energia accumulata con la conseguenza che non è stanco.

 

Oltre ai problemi attinenti alle preoccupazioni e ai nervosismi dovuti allo stress o alla frequenza di ambienti non consoni con il carattere del soggetto che soffre d’insonnia.

Ma in questi giorni ho notato un ulteriore fenomeno che può causare questo fastidioso problema che ti obbliga a dormire la mattina invece che tutta la notte.

 

Tenendo presente che il tempo migliore: per addormentarsi è quello dopo il tramonto del sole e  non dopo la mezzanotte come sovente avviene.

Per permettere al cervello di scaricare le informazioni memorizzate nella memoria a breve termine in quella a lungo termine.


 

 


Qual’è una causa

d’insonnia?

 

Cosa ho notato dalle mie esperienze insonni?

Da circa due anni sto costruendo due siti web e lavorare la notte è diventata routine perché nel tempo diurno ho molti altri impegni che devo osservare per il mio mantenimento.

Ne consegue che il ripetersi di questi eventi notturni e la mia preoccupazione per la mia salute nervosa mi hanno spinto ad osservare cosa accade.

 

Mentre quando lavoro nei campi o nel mio laboratorio sento la fatica consumare l’energia fisica  contenuta nel mio organismo:

quando lavoro con il computer: avverto solo la stanchezza visiva che mi obbliga a spegnerlo mentre percepisco un accumularsi di energia a livello fisico che:

anche dopo aver spento il computer ed essermi coricato: continua a pulsare nel mio corpo senza permettermi di addormentarmi.

 

Cioè: percepisco un accumulo di energia invece che essermi stancato e potrei continuare a vegliare nonostante mi brucino gli occhi dalla stanchezza e dall’irritazione del nervo ottico.

Ne consegue che non riesco ad addormentarmi sino alle 6 del mattino con l’inevitabile conseguenza di altro nervosismo per non poter compiere i miei lavori manuali.

Dando origine ad un vizio mentale che con l’abitudine rischia di diventare un problema psicofisico.

L’insonnia è una brutta bestia che non riesce neppure a parlare un linguaggio politico; infatti anche il mio modo di esprimermi, con la società: cambia notevolmente in peggio.

 

Il lavoro del cervello che deve scaricare le informazioni memorizzate nella memoria a lungo termine è un fenomeno importantissimo che vale: quanto la vita del soggetto.

Quindi oltre al mio impegno nel cercare di evitare di trascurare la mia salute consiglio anche a te di abbandonare qualsiasi attività per lasciare la possibilità al cervello di fare il suo Backup.

Informazioni di carattere psicologico che no possono sostituire il parere del tuo psicologo.