Categorie
Spiritualità Umana

Quali sono i problemi della Chiesa

L’attualità accusa Jeorge Mario Bergoglio come il responsabile del baratto tra la fede e la scienza confrontandolo con Francesco d’Assisi

La scelta di Papa Francesco

Mentre la cronaca tenta di incolpare Bergoglio di aver barattato la fede con la scienza io vorrei chiarire alcuni concetti molto più importanti della decisione presa da Papa Francesco per curare i suoi problemi fisici.

Il pontificato di Bergoglio viene sovente citato per non essere alla pari di Francesco d’Assisi e San Carlo che dedicavano il loro tempo a tutti i malati e  i sofferenti.

Io conosco la figura di Francesco d’Assisi perché la studiai più volte oltre a vedere il film girato su questo esempio di fede cristiana.

Ho quindi un concetto diverso di quello popolare che osserva la vita di un  uomo che si priva di ogni cosa per amore dei poveri, ma Gesù: non ci aveva ordinato

di morire per il prossimo solo ci consigliava di amarlo, se capaci di amare noi stessi; perché il suo comandamento: ama il prossimo tuo come te stesso, non chiarisce il concetto di: quanto tu ami te stesso.

 

L’Amore concreto

Nel senso che: se non siamo capaci ad amarci, in quale modo possiamo amare gli altri ? Se non con la  misura con cui amiamo noi stessi ?

Quindi anche coloro che volevano dimostrare di amare qualcuno: lo facevano in misura direttamente proporzionale a quanto amavano se stessi.

Se un Francesco d’Assisi rinuncia alla sua vita e alla sua salute per stare con i malati: non portava amore ma solo la sua povertà materiale e psicofisica.

Da ciò: ne consegue che non possiamo paragonare alcuno, che abbia rinunciato ad amare se stesso: ad un soggetto che ami veramente il prossimo, perché non sa cosa significa amare.

Papa Francesco: nella scelta di curare il proprio organismo; e di evitare il covid19 , dimostra: di aver amato, perché capace di amare se stesso, quando è necessario.

Problemi Chiesa Cattolica

I problemi della chiesa Cattolica

Osservando, per quasi 50 anni, il comportamento della chiesa cattolica e studiando la sua storia e le religioni monoteiste: ho potuto elaborare un mio giudizio popolare inerente a questa istituzione religiosa.

Una scuola cristiana nata per la divulgazione degli insegnamenti di Gesù Cristo che predica il monoteismo, completando l’antica legge ebraica, contenuta nella Torah e nel vecchio testamento biblico.

 

Alla parola monoteismo

che indica la fede in un solo Dio, possiamo notare come il cristianesimo, cattolico, sia ormai distante da un’adorazione unica e

singolare; infatti: vengono invocati i santi ed una trinità che, purché venga proclamata della stessa sostanza, non chiarisce il concetto di Dio unico.

Come se non bastasse: viene adorata anche l’idolo di pachamama che nulla ha a che fare col cristianesimo monoteista ma assume le sembianze di una dea; aggiunta a

tutti gli idoli che, nel cattolicesimo, fanno gara nei loro miracoli; ma che in realtà: non hanno alcun potere tranne di rimanere indifferenti.

A questo punto: potresti già comprendere cosa significhi predicare una religione monoteista, che permette ed incoraggia ad adorare tutti gli idoli presenti all’interno di Cattedrali, chiese e monumenti dedicati all’adorazione.

A mio giudizio non è il pontificato di Bergoglio che squalifica la chiesa cattolica ma l’idolatria al suo interno, confusa con il monoteismo per il quale la chiesa giurò fedeltà.

Infatti: credo che se la Chiesa eliminasse l’idolatria e riportasse all’autenticità le sacre scritture potrebbe essere veramente la fede cristiana più potente del globo.

Purtroppo l’opinione pubblica influisce molto sulle decisioni di santa madre chiesa perché al popolo piace sognare e soprattutto non sentirsi rimproverare dei propri errori.

L’adattamento della Chiesa ai desideri del popolo: toglie alla chiesa notorietà,  autorità ed autenticità; fenomeno che mi intristisce moltissimo perché battezzato cristiano e praticante gli insegnamenti di Gesù il Cristo, il Messia.

A cosa è servito l’adattamento ai desideri del popolo della chiesa cattolica ?  Solo a riempire le chiese di sognatori del perdono, oltre al cestino delle offerte di molti denari.

Questo fenomeno non è nato con Jeorge Mario Bergoglio ma almeno 500 anni fa con la nascita della borghesia e del capitalismo, dove la chiesa ha usufruito delle ricchezze del prossimo per vendere il paradiso o regalare l’inferno.

 

Con questo giudizio popolare

Tento di comunicare a tutti i cristiani cattolici che v’è molto più, di un Papa e della sua condizione psicofisica, dietro alla squalifica di santa madre chiesa.

Oltre a comunicarvi che se Dio ci ha regalato un cervello sano: sarebbe utile metterlo al lavoro e permettergli di elaborare gli insegnamenti del Cristo, invece che ostentare un perdono che Gesù non ha mai promesso.

Mentre ci avvertì di essere nato al mondo per dividere l’umanità in due gruppi: per ridare la vista a coloro che credono di essere ciechi e toglierla completamente a coloro che credono di vedere.

L’ Altissimo è tra voi e il vostro cuore.

Di Gooss Old Lion

Information & Entertainment - free and realy social comunication

Umanambiguità: esprime e manifesta la struttura dell'umanità con informazioni che svelano misteri