Perché non risposarsi?

Mai dire mai perché quando meno te l’aspetti potrebbe capitare anche che ti risposi, ma: perché non risposarsi?


Il matrimonio

 

Perché non risposarsi?

 

E’ una domanda che mette molte persone in imbarazzo perché nessuno conosce ciò che realmente vuole  mentre siamo tutti nella piena consapevolezza di ciò che non vogliamo.

nel caso di un secondo matrimonio vi sono diversi fattori che entrano in gioco con la psicologia dell’individuo che si pone di fronte al fenomeno della nuova convivenza.

 

Ovvio che:

la seconda volta che fai un’esperienza non è più emozionante come la prima perché già conosci ciò a cui ti avvicini.

 

E questo potrebbe essere un primo motivo che allontana l’individuo a ripetere la medesima esperienza, ma il sentimento, l’amore e l’emozione sono più forti della consapevolezza,

quindi potrebbero vincere ugualmente sul timore di ripetere semplicemente un evento già vissuto.


 

 


Perché non risposarsi?

 

Secondariamente potrebbe non essere la seconda volta che ti ripeti quindi la conoscenza è ancora maggiore.

Se nelle esperienze precedenti hai dovuto superare molti problemi, legati alla incompatibilità di convivenza o sentimentali:

 

difficilmente ti fiderai del nuovo partner senza dubitare che anch’esso ti genererà gli stessi problemi dei partner precedenti.

Se nelle precedenti relazioni se stato tradito o usato e hai generato in te una forte delusione: potresti sentirti contrario a qualsiasi tipo di nuova convivenza.


 


Perché non risposarsi?

 

Il quinto caso: nel quale saresti costretto a rifiutare una convivenza è la tua situazione economica che, se insicura,

potrebbe comunque generare imbarazzo e difficoltà esistenziali in qualsiasi relazione sentimentale.

Ho notato che quando il partner nota la presenza delle difficoltà economiche il sentimento e l’amore svaniscono per l’asciare il posto a dubbi e rancori.

 

Vi è chi piace essere mantenuto dalla donna ma, per esempio: detesto questo fenomeno che degrada l’uomo a sfruttatore; ed anche trovassi una persona simile la eviterei per orgoglio maschile.

Il sesto caso che induce ad evitare una nuova convivenza o un matrimonio è la conoscenza di se stessi e delle proprie capacità di vivere una convivenza matrimoniale.

 

Oggi nuove leggi femministe prevedono una totale indipendenza dal contratto matrimoniale oltre a considerarlo un fenomeno che esprime maschilismo e potere.

Ma se hai già avuto esperienze matrimoniali ed hai notato una tua incompatibilità nel vivere insieme sarai costretto dalla tua consapevolezza a rifiutare qualsiasi convivenza.


 

 


Perché non risposarsi?

 

Perché attualmente non ha più alcun senso investire tempo, denaro e sacrificio nel generare una famiglia, il sistema economico odierno e il costo della vita richiedono ricchezza.

Il tempo da dedicare alla moglie, al marito e ai figli è poco e spezzato da problemi più ingenti come il lavoro e gli affari.

Che, pur considerandoli problemi inferiori all’amore e al sentimento ne determinano il destino come per un nuovo matrimonio che richiede un capitale d’investimento.

 

Certamente per coloro che non hanno mai avuto esperienze matrimoniali o di convivenza, con un partner, non possono comprendere le motivazioni che spingono un individuo a non risposarsi.

Come per coloro che hanno vissuto un vita matrimoniale felice o per chi vive serenamente con tutti senza ostacoli.


Informazioni soggettive di carattere psicologico che non sostituiscono il parere del tuo psicologo.

 

Visita la categoria