Perché avvenne la shoà “olocausto”

Fui istruito già da bambino al grave olocausto vissuto dl popolo Ebraico, da un po’ di anni mi domando: perché avvenne? Era solo un fenomeno razzista? Non solo! era anche una banca di cavie umane.


La Shoà

 

Perché avvenne la Shoà?

La Shoà è il genocidio di circa 18 milioni di Ebrei, dei loro alleati e per tutti coloro che erano considerati: persone indesiderate, dai seguaci di Hitler.

 

Dal 1933 al 1945:

avvenne uno dei più grandi crimini compiuti sull’umanità, senza dimenticare i crimini compiuti dai seguaci di Stalin in Russia,

di Menghisto in Etiopia, i crimini in Vietnam, l’atomica su Hiroshima e Nagasaki, sterminio in Ruanda, in sud Africa, Bin Laden in America, e non basterebbero migliaia di pagine per elencarli tutti.

Ma veramente era solo razzismo e problemi economici e sociali?

 

Non proprio!

I deportati nei campi di concentramento: costituivano una gigantesca banca, di cavie umane, per comprendere le capacità fisiche dell’umanità.

Nei campi di concentramento venivano condotti esperimenti per lo studio della cervice uterina, per confermare le teorie sul lancio, da 12 mila metri di altezza, con il paracadute.

Esperimenti di chirurgia sessuale per la castrazione e la sterilizzazione, degli individui, con valvole termoioniche a raggi X.

Per la resistenza alla decompressione, per trovare cure per risolvere l’omosessualità, per trovare vaccini per combattere diverse malattie contagiose come:

l’epatite epidemica e il tifo petecchiale; che venivano testati sui deportati, ne campi di concentramento, per capirne l’efficacia.

 

Sperimentazione

della resistenza al congelamento di un essere umano; per comprendere quanto tempo impiega, un soggetto, a morire per congelamento in acqua fredda.

Da quale altezza può a cadere in acqua, un individuo,  senza procurarsi ferite o morire; oltre a sperimentarne la rianimazione: dopo  95 minuti, trascorsi nell’acqua, ad una temperatura di 4° centigradi.

Al termine degli esperimenti i corpi dei deportati, deceduti, venivano sezionati per capire le conseguenze di tali esperimenti sugli organi del corpo umano.

Da bambino: sapevo già tutto quanto; e già da bambino, mi domandavo: tutto ciò che senso avesse; ora ho compreso e hai compreso anche tu.

 

Non dimenticare mai

cosa è accaduto agli Ebrei e a tutti gli altri Popoli, non dimenticare che è una fine che potremmo fare tutti, anche se non te l’aspetti.

Il male: non è uno spirito che si oppone all’Altissimo ma un problema psicologico dell’umanità che nasce dalle tre paure principali insite nell’uomo:

la paura della morte, della solitudine e della povertà; paure risolte, sovente, con l’aiuto dell’ignoranza, della violenza, del menefreghismo e del desiderio di sfruttamento del prossimo.

Scusate, ma non potevo dimenticare: ciò che molti, per interesse, vorrebbero negare.

Come ho già ripetuto in altri articoli:

non è utile giudicare singoli individui per i crimini commessi sull’umanità; perché, in molti, si divertivano con la vita e la sofferenza del prossimo.


Visita la pagina:

La fine dei Re