Nucleare e cambiamenti climatici

Nucleare: Non è più un mistero come si muove l’economia in questo mondo e come la politica sia collegata ad essa

Nucleare economia e cambiamenti climatici

Chi promuove progetti di nuovi impianti ad energia nucleare ha un consistente ritorno economico e quindi cerca solo di aumentare il suo capitale.

All’economia e agli imprenditori non interessa il giudizio del popolo e il pericolo di un impianto nucleare ma solo ed esclusivamente il ritorno economico di ogni investimento.

L’Inghilterra ha investito molti soldi per dimostrare che il cambiamento climatico dipende dall’uso del petrolio solo per concedere agli stati, che non hanno risorse petrolifere, di investire sul nucleare.

Ritenuto fonte di energia pulita; nonostante i disastri che si sono già manifestati su questo pianeta.

Con il nucleare e le fonti alternative gli imprenditori promettono molti vantaggi economici ma:

i vantaggi economici di tutte le innovazioni tecnologiche sono così calcolati: da quando promettono vantaggi economici, tutto costa molto di più.

Un altro fattore da tenere in considerazione è: l’Italia produce molta più energia di quella utilizzata ma nonostante questo siamo obbligati a comprarla dalla Francia.

Perché producendone in eccesso deve venderla per poter dimostrare l’utilità degli impianti nucleari e perché, l’energia francese, costa meno di quella che produciamo in Italia.

A questo punto mi chiedo a cosa serva un impianto nucleare nel nostro paese se non per investire capitali e ricavarne ulteriori.

Ricordiamoci che tutte le imprese finanziate dal popolo italiano, invece che aiutare i popolo, si sono trasferite all’estero insieme ai nostri soldi.

L’umanità è da millenni preda di sciacalli che la sfruttano e la depredano di benessere e libertà al fine di moltiplicare le loro ricchezze senza farsi scrupolo della loro vita e di quella altrui.

Forse è l’uomo che non può fare a meno dell’egoismo o forse l’egoismo è la conseguenza di questo sistema economico.