L’impero di Enki studia e trasforma

L’impero di Enki studia e trasforma l’umanità per colonizzare il pianeta, un lavoro che dura millenni per il pianeta Terra, ma per Nibiru il tempo scorre molto più velocemente, perché lontano da campi gravitazionali

L’impero di Enki parte 1° 

capitolo 2°

Enki studia e trasforma l’umanità

 

L’impero di Enki studia e trasforma:

Nibiru viaggia nello spazio per 1200 anni terrestri e questo ti lascia sicuramente perplesso,

ma il tempo su nibiru passa un terzo più lento del nostro, un giorno su nibiru equivaleva a 36 ore terrestri e così anche la notte.

Quindi i 1200 anni terrestri sono, nella realtà degli Anunnaki, considerati 400 anni, dei quali non si sono neppure accorti perché lanciati ad una velocità altissima nello spazio.

Quando la velocità aumenta il tempo rallenta, esempio:

per le particelle di muoni che viaggiano quasi alla velocità della luce il tempo scorre molto più lentamente, un secondo trascorso per loro equivale a venti secondi trascorsi per noi.

Un altra realtà che determina lo scorrere del tempo è la forza di gravità:

è il fenomeno della deformazione, della materia spazio tempo, causata dalla massa di un oggetto, più la massa è grande, maggiore è la deformazione e più lento è lo scorrere del tempo.

 

 

Gli Anunnaki

hanno, quindi, trascorso nello spazio un tempo relativamente breve rispetto a quello del pianeta Terra.

E tramite le nuove nascite tra gli esseri alieni sono riusciti ad arrivare nel sistema solare e con una navetta d’ispezione ad atterrare sulla Terra.

Ti hanno tramortito con l’ipnosi, gli Anunnaki vanno forti con queste tecniche, ora sei sulla nave d’ispezione ma non ricordi neppure il tuo nome.

Senti un gran freddo, tremi e non ha da coprirti, una luce abbagliante ti ti opprime la vista, cerchi di alzarti ma sei legato ad una lastra metallica.

Senti rumori di getti di pressione, sono le porte dell’astronave, voci in comprensibili urlano parole assordanti.

Tre esseri alti circa due metri e mezzo, con una tuta che sembrava composta di specchi, dal loro casco uscivano cavi con connettori terminali.

La visiera era uno specchio, potevi vedere solo te stesso, iniziarono a iniettarti sostanze nel sangue e tu non potevi neppure gridare, aprivi la bocca ma pur gridando non uscivano parole.

Gli Alieni hanno iniziato l’analisi degli esseri che abitano il pianeta, gli umani sono esseri con rare qualità sociali e per questo erano i favoriti.

Presero anche alcuni esemplari di scimmie e di piante, per capire la natura terrestre e le qualità fisiche e intellettuali.

 

Enki

è il re della conoscenza, egli impartisce ordini e i suoi soldati li eseguono, non ha bisogno di manifestarsi,

perché le sue capacità mentali e l’elevata tecnologia, gli permettono di governare chiunque ignori le sue conoscenze.

Arriva un alieno e ti infila in una cabina stretta e buia, chiude la porta, dopo pochi secondi odi un rumore assordante e ti senti staccare dal corpo.

Ti trasferiscono sulla base spaziale, gli scienziati di Enki devono testare le tue qualità, la tua psicologia, il tuo DNA, devono usufruire di questo pianeta per continuare vivere nello spazio.

Ormai è trascorso troppo tempo per abitare nuovamente in uno campo gravitazionale, la mosculatura si è indebolita e anche le ossa non possiedono la stessa consistenza.

Occorreranno generazioni prima che gli Anunnaki possano vivere sul pianeta Terra, ma nel frattempo studiano l’umanità e le risorse del nuovo mondo.

Ti senti senza peso, non hai mai provato questa sensazione, hai paura, non comprendi cosa accada e nessuno ti parla.

Il viaggio durerà tre giorni terrestri, Nibiru ti attende per offrirti la sua ospitalità ma soprattutto la conoscenza di un realtà mai vista.

Capitolo 3° L’invasione degli Anunnaki

Capitoli precedenti

“L’impero di Enki”  “Enkis Empire” parte 1° la storia di Nibiru

L’impero di Enki cap. 1°

Introduzioni

Quando iniziò l’impero di enki? Introduzione parte 1°

Quando iniziò l’Impero di Enki? introduzione parte 2°

 

 

 

 

 

Lascia un commento