La formula del culto sincero

L’uomo genera congetture inerenti alla singolarità che ha dato inizio all’esistenza; per evitare il fenomeno: occorre sincerità spirituale con se stessi

La formula del culto sincero

 

 

Ciò che anche gli scienziati, studiosi dell’origine dell’universo, sostengo: quando intravedono l’esistenza di una singolarità prima del Big Bang:

è, a mio parere, la teoria più vicina alla verità di qualsiasi altra; anche se condivido la probabilità espressa dalla fisica quantistica 

inerente alle membrane di energia che avrebbero generato l’universo, in cui esistiamo, perché anche quelle membrane di energia nascono da una singolarità.

 

Quindi mi riallaccio all’unicità dell’Altissimo grazie, anche, a queste teorie che mi confermano la presenza della singolarità;

Che io definisco: l’Origine del tutto; ed anche se le informazioni scientifiche sono intitolate “Teorie” credo:

che confermino l’esistenza di un’Entità unica e assoluta che sussiste di per se stessa.

Come viene divulgato dalle religioni monoteiste e per come percepisco nella mia mente; questa singolarità riporta alla consapevolezza razionale.

 

Concedendomi pace e sicurezza, mentale, che non ho mai trovato in altre culture; purché abbia vissuto, in proposito:

svariate e molteplici esperienze per appurare questa realtà.

Certamente il mio ragionamento vale per coloro che cercano, come me: la pace e la sicurezza, infatti: chi cerca altro: sorriderà alle mie parole.

 

Quindi per coloro che cercano pace e sicurezza: consiglio di aggrapparsi alla corda della singolarità o unicità dell’Altissimo.

Per stringerti alla spiritualità monoteista: occorre essere sinceri con se stessi e ricordare che l’Altissimo ci osserva continuamente

 

Se tu non lo vedi: Lui vede te.

 

Non possiamo nascondere le nostre intenzioni

quando ci muoviamo tra le nostre scelte; e saranno, quelle intenzioni, ad essere difronte all’uomo nella sua prossima esistenza.

Quando scegli: devi essere capace di osservare l’intenzione che esprimi, in quella decisione che stai prendendo,

perché ciò che otterrai dalla scelta: sarà solo ed esclusivamente ciò che hai espresso durante la tua decisione.

 

Anche se, con il trascorrere del tempo:

dimenticherai per quale vero motivo hai preferito scegliere una strada invece che un’altra.

Se invece riporti ogni scelta nella singolarità dell’Origine del tutto: allora comprendi che è meglio fare attenzione;

perché tu non sapevi di esistere, prima di nascere: ma oggi esisti; e quindi potresti rinascere in qualsiasi momento dell’eternità

Per facilitare questo ricordo, importante, attinente alla rinascita degli esseri viventi e alla sincerità spirituale monoteista:

è utile recitare un brevissimo capitolo del Libro rivelato a Muhammad: Il Culto Sincero.

 

 

Interpretazione del Capitolo 112° del Corano

 

Il Culto sincero

 

Nel nome dell’Altissimo

Indulgente e comprensivo

 

1°) Di: Egli è L’Unico

2°) L’Altissimo è L’assoluto

3°) Non ha generato e non è stato generato

4°) Non vi è alcuno uguale a Lui

 

La ripetizione di questa recitazione:

aiuta a focalizzare le tue scelte in base all’Origine dell’esistenza, la singolarità, l’unicità.

Oltre: aiutarti ad evitare di associargli qualcosa o qualcuno, tenendo la tua mente sotto controllo per non generare fantasiose congetture.

L’Altissimo è sempre tra te e il tuo cuore.