La Fine dei Re

Un breve riassunto attinente ai crimini compiuti sull’umanità, opprimendola, torturandola e togliendole la vita


La fine dei Re


 Cos’è la fine dei Re

 

Le informazioni, di questa pagina, non fanno riferimento alle monarchie, alle dittature o alle repubbliche attuali;

ma è dedicata a coloro che non vogliono commettere gli errori del passato e amano difendere la vita e la libertà dell’uomo.

 

Visita la categoria:


Articoli in evidenza:

Perché avvenne la Shoah

I crimini di guerra e i responsabili

Alieni e dischi volanti del passato

Quanti sono i sistemi democratici

Perché i libri sacri si contraddicono


 

la fine dei Re:

 

simboleggia la fine degli oppressori di qualsiasi politica, classe o grado.

Gli articoli pubblicati in questa pagina contengono informazioni inerenti alle guerre e ai crimini più conosciuti, combattute per l’appropriamento illecito di terre e beni altrui.

La storia dei crimini compiuti per sfida o per orgoglio di potere economico o militare, di guerre combattute in occidente, nell’europa, in medio oriente e oriente compreso.

Crimini inerenti all’oppressione e alla tortura, nei quali hanno perso la vita milioni di persone, senza dimenticare le torture e le pene di morte per combattere la stregoneria.


 


L’umanità

è una specie ambigua: 

 

Puntare il dito su singoli individui per accusarli dei loro crimini, sull’umanità, è solo una scusa per nascondere il senso di colpa.

Per uccidere e torturare milioni di individui non basta una persona ma ne occorrono milioni, quindi è inutile trovare il capo espiatorio per liberarci delle nostre responsabilità.

Occorre ricordare il passato e la storia dell’umanità, per non ricadere negli errori commessi nella storia.

Commessi finanziando ed eseguendo ordini:

provenienti da criminali che gestivano il territorio o il paese; e che hanno goduto del male che hanno commesso, grazie a coloro che hanno approfittato, e trovato interesse, nell’eseguire tali ordini.


 

La Fine dei Re

contiene solo un avvertimento

 

Non dimenticare mai la storia dell’umanità, perché:

tramite l’ignoranza riusciranno a convincerti ad eseguire ordini decisi da individui, che essendo al potere: viene loro concesso legalmente di commettere crimini.

 

Che senso ha uccidere una vita per salvarne un’altra?

Se un criminale ti ordina di torturare o uccidere un individuo e tu esegui l’ordine, per paura di perdere la tua vita, diventi un criminale anche tu!

E sarai costretto a vivere come un criminale; quindi: credo sia meglio perderla e disubbidire, per non macchiarti di un crimine


 


Sempre, se?!

 

Il criminale, riesce ad ucciderti; perché: deve essere arrivato il tempo per morire.

Infatti: se non è arrivato, il tempo, non puoi morire; e se è arrivata l’ultima ora: non potrai fuggirla!

Di conseguenza: che senso ha torturare o uccidere, un’altra persona, per pretendere di salvare la tua vita?

Se non il senso: del divertimento e dell’entusiasmo scaturito dall’adrenalina, prodotta dalle ghiandole del cervello, nel vedere soffrire e morire qualcuno?

Ti pongo queste domande, perché: è stato constatato che chi commette questi crimini gode mentalmente nell’osservare la sofferenza del prossimo.

Al  primo crimine il soggetto prova paura e senso di colpa ma al secondo inizia a goderne e, come drogato dai suoi crimini, continua sino al termine della sua vita.

Ed è proprio quella paura iniziale che, tramite il cervello, stimola le ghiandole per la produzione di adrenalina;

ma dopo il secondo o il terzo crimine diventa una necessità psicologica trovarsi in quello stato sensoriale.


 

 


Riflessione

sul suicidio:

 

tenendo conto delle informazioni precedenti anche il suicido è un gesto inutile per risolvere i problemi.

Perché: se tenti il suicidio e non è giunta l’ora della morte: puoi aggravare solo i tuoi problemi, rischiando una paralisi o un grave shock psicologico che ti rovinerà il resto della tua vita.


 

 


Perché:

è la fine dei Re?

 

Perché ora l’umanità conosce i metodi, le menzogne e le promesse, costruite per soggiogarla e opprimerla all’unico fine di sfruttarla.

 

Personalmente:

 

ho notato in 52 anni di vita, che la politica è simile alla proprietà commutativa, cioè: cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia;

anche in caso di un’anarchia sarebbe lo stesso, forse peggio, perché sarebbe sempre la classe sociale più elevata che ne godrebbe.

Occorre solo buon senso per vivere bene, la capacita di affrontare ogni situazione con razionalità senza complicarla con congetture e valutando le necessità che la situazione comporta.

Andare a votare è importante, perché decidi la politica di un paese;

ma è opportuno conoscere l’ideologia politica e capire, che: è sempre il popolo che decide come farsi governare, in relazione a come: è il popolo, nella sua mentalità globale; e nel suo carattere. 


 

Questa pagina:

 

non è indirizzata alle monarchie, alle dittature o alle repubbliche attuali, ma è dedicata solo agli individui che amano ricordare gli errori della storia umana;

e vogliono difendere la vita e la libertà dell’uomo.


 

Articoli precedenti

Chi contribuì alla schiavitù degli africani

Anarchia – Cos’è l’anarchia – cos’è l’utopia

Come nasce il sistema di potere nel mondo

Cos’è il centrismo il comunismo e il fascismo

Ulteriori cause nascoste che generano l’immigrazione

 


Una signora molto anziana ” Bruna Rivara in “Montepagano” poco prima di morire, mi fece giurare di:

continuare ad informare il popolo, riguardo ai crimini commessi sull’umanità; così fece anche mia madre: Anna Vita Montepagano in “Costa”; e con questa pagina: adempio al mio giuramento.


 

 

U

www.umanambiguita.com

Information & Entertainment

A free & realy social comunication