La consapevolezza umana: L’impero di AnKi

L’impero di Enki capitolo (leggenda fantascientifica) dopo aver recuperato le provviste alimentari per la nuova alimentazione degli Anunnaki e i campioni biologici da analizzare, resta un ultimo intervento che consiste: nel rapimento di altri umani


L’impero di Enki

“Enki’s Empire” cap. 5°

Una leggenda fantascientifica

 

La consapevolezza umana consiste:

in una percezione e nella reazione cognitiva ad un evento, individuabile in una percezione sensoriale o viscerale; una qualità misteriosa, (qualità anche animale; nel quale si manifesta, soprattutto, a livello inconscio).

La consapevolezza permette agli umani di elaborare continuamente informazioni; concedendo, agli individui più sensibili, la continua analisi di ciò che sta accadendo.

Effettivamente qualcosa non ti convince: sai di essere un’alieno, perché questo ti hanno impresso nella mente, ma perché proprio io? (Ti stai domandando) 

Ti trattano come un vero anunnaki, ti rispettano come un re, ti impartiscono ordini facili e con rispetto, ma ti fanno molte domande, come se tu conoscessi molto bene il pianeta.

Prima ti chiamavi Abù e vivevi in Mesopotamia (a sud est dell’Iraq), questo non lo ricordi più, ora ti chiamano Sumer (il signore della civiltà).

Non sai ancora quale sarà il tuo destino; ma noti che gli anunnaki, che sono con te, non si tolgono la tuta spaziale e neppure il casco, mentre tu puoi vivere liberamente sulla Terra.

 

Gli Alieni:

trascorrono solo poche ore fuori dall’astronave, perché non sono abituati alla forza di gravità; che avvertono molto pesantemente sul loro organismo. 

Rifletti su questi particolari per alcuni secondi, ma poi ricordi che sei “Sumer” il signore della civiltà e quindi: ritorni alla tua realtà attuale.

(Per questo motivo, ancora oggi, ti domandi, come altri individui: perché? Ti consideri più alieno che terrestre)

Ti hanno chiesto di portare sulla nave quattro esemplari umani, due femmine e due maschi, per poterli analizzare e sui quali sperimentare i loro progetti scientifici.

Non esiti un istante, prendi il dispositivo laser, con il quale ti avevano ipnotizzato al loro primo sbarco, e ti incammini nella foresta;

Oltre ad alcuni serpenti e un gruppo di scimmie:

incontri dei soggetti che, per un attimo, hai creduto di conoscere; ma non fai caso a questo particolare, impugni lo strumento e ipnotizzi gli individui, che ti seguiranno immediatamente alla nave spaziale.

 

Partenza per Nibiru

Le provviste alimentari:

Cavoli, agrumi, datteri, noci di cocco, carote, riserva d’acqua, riserva di ossigeno, campioni biologici; anche gli umani sono a bordo della nave cargo, inizia la procedura di decollo.

Altri tre giorni di viaggio vi separano dalla nave madre Nibiru, con questo rifornimento gli extraterrestri potranno riprendere il giusto equilibrio psicofisico per vivere sul pianeta.

Gli umani si aggiungo agli altri rapiti, per costituire una flotta Enkiana; capace di vivere facilmente sulla Terra; e che conceda il tempo necessario, agli Anunnaki, per potersi preparare all’invasione definitiva.

Su Nibiru: continuano gli esperimenti genetici sugli umani e gli ingegneri di Enki progettano il modo più sicuro per sfruttare la Terra.

Stanno modificando alcuni geni e praticano fecondazioni artificiali, tramite il seme Anunnaki e la razza umana; per capire se possono nascere individui che si mescolino facilmente agli umani, senza essere notati.

Enki è soddisfatto: perché finalmente la specie Anunnaki ha trovato la soluzione per evitare la sua estinzione; e portare ad altri popoli la conoscenza del sistema Nibiru scomparso, circa, 7000 anni fa.

 

I problemi restano:

il carburante per le navi spaziali, quindi dovranno limitarsi nei viaggi per colonizzare il pianeta, l’addestramento delle reclute umane che daranno vita alla prima città impero,

la nascita di esemplari che si mescolino agli umani e che possano generare una nuova stirpe aliena capace di vivere sul pianeta e nello spazio.

 

Per la relatività del tempo:

avete trascorso una settimana sulla terra ma sull’astronave “Nibiru” sono trascorsi solo pochi secondi;

per la sua velocità che tende a dilatare il tempo e per la sua orbita, molto più ampia, che lo rallenta rispetto al pianeta Terra.

La forza di gravità è fondamentale per lo scorrere del tempo, è la massa di un pianeta: che increspando la materia spazio tempo, genera un’onda gravitazionale; che attrae masse più piccole, mentre su Nibiru:

incide solo il campo gravitazionale del sole, nel quale orbita dopo essere entrato nel nostro sistema; ma non possiede una gravità naturale, avendo una massa troppo piccola rispetto a quella di un pianeta.

Infatti: anche sulla Terra il tempo scorre con una velocità diversa, avvicinandoci al centro del pianeta:

esso scorre più lento, perché la gravità è maggiore, mentre in cima ad un’alta montagna: sarà più veloce perché la forza di gravità è minore.

Nibiru compie un’orbita settanta volte più ampia di quella terrestre, intorno al sole, in questo modo la Terra lo sorpassa più volte; prima che, per gli Anunaki, sia trascorso un’anno.

 

In sintesi:

le caratteristiche del tempo e della velocità dell’astronave porterebbero a pensare che, per Nibiru, trascorrano più anni che sulla Terra;

mentre: la sua distanza dal sole (70 volte maggiore di quella terrestre); e il metabolismo degli Anunnaki, tre volte più lento di quello umano

(a causa dell’abitudine aliena ad un giorno di 36 ore, invece che 12 ore, per la grandezza del pianeta Nibiru tre volte più grande della Terra)

permette agli Anunnaki di trascorrere in un anno circa 60 anni terresti.

Mentre per gli umani sono trascorsi 6000 anni (dal primo atterraggio degli Anunnaki) per Nibiru ne sono trascorsi circa 100 e per il metabolismo degli alieni sono trascorsi  33, 3 anni.

 

Il dispositivo laser:

Questo dispositivo è impugnabile con una sola mano, assomiglia a una videocamera tascabile a forma di pistola.

Sullo schermo appare ciò che inquadri con l’obbiettivo, posto sul mirino; e tramite un frequenzimetro un micro computer, decidi quale utilizzo farne.

Inserendo i dati in codice binario: possono essere trasferiti nell’individuo tramite le pupille che, ricevendo il raggio laser con le informazioni volute, vengono stampate sulla retina

e il cervello continua a vederle elaborandole anche se il soggetto non si accorge di nulla.

Il raggio laser può essere impostato sulle frequenze desiderate, a seconda dell’uso che devi farne, esempio:

se devi tagliare la roccia sarà un laser visibile e potentissimo mentre se lo usi per l’ipnosi risulta invisibile all’occhio umano per la sua frequenza molto più elevata. (come il laser che legge i CD)

Sopra l’impugnatura vi è la tastiera, con la quale inserisci i dati; mentre con il grilletto vengono trasmessi, tramite il tubo (la canna della pistola) nel quale è inserito il trasmettitore laser.

Anche la visiera del casco spaziale: è dotata di un dispositivo simile, ma solo per tramortire e ipnotizzare chi ritieni opportuno. (Come avevano rapito te, non conoscendoti)

Alcuni umani che vengono rapiti e trasportati nello spazio dai militari di Enki, ma quali problemi incontra un essere umano durante una lunga permanenza in assenza di gravità?

Gli scienziati di Enki hanno i primi risultati, degli esperimenti eseguiti sugli umani, che trovi nell’articolo:

Quali sono i problemi del corpo umano nello spazio


Capitoli precedenti: