Il tempo è scaduto: il raduno

La venuta di Gesù ha diviso l’umanità in due gruppi: chi osserva e ragiona da chi associa e nega la verità perdendo la ragione e la capacità di osservazione

 

 

Il tempo è scaduto: il raduno

 

Il raduno dell’Umanità

 

Una teoria elaborata il 1 gennaio 2020 alle ore tre, circa, del mattino inerente alla resurrezione e al raduno della comunità umana descritto nel Corano e nella Bibbia.

La mia teoria si collega al tipo di espressione usata nelle sacre scritture del monoteismo inerente alla fine dei tempi, alla resurrezione e come vengono dirette all’umanità queste informazioni.

 

 

Prima di continuare

 

considera che è solo una teoria utile per analizzare le profezie della rivelazione monoteista, non certo da sostituire alla volontà dell’Altissimo: che fa tutto ciò che vuole.

Infatti, in qualsiasi momento: Egli è libero di cambiare il suo volere a suo piacimento e senza, per questo, dover rendere conto a qualcuno.

Egli aggiunge e toglie alla creazione, ciò che vuole, secondo la sua intelligenza che non è paragonabile a quella umana o a quella di qualsiasi altro essere viva nel cosmo.

 

 

 

L’espressione ambigua della rivelazione

 

Sia nella Bibbia che nel Corano i profeti Gesù e Muhammad dettano la profezia alla comunità umana e in alcuni casi le generazioni pagano ciò che hanno commesso le precedenti.

Fenomeno alquanto ambiguo che mi spinge a fare supposizioni di un certo tipo che potrebbero assomigliare alla teoria dei paesi orientali della reincarnazione.

Ma la mia analisi non deve essere confusa con la teoria delle culture orientali perché non ne sono a conoscenza.

Ho infatti dedicato i miei anni allo studio del monoteismo nel quale sono nato ed avevo esempi da osservare direttamente.

Mentre per studiare le culture spirituali orientali avrei dovuto emigrare in oriente perché: tali culture, imitate in Italia, non corrispondono in totus a quelle orientali.

 

 

Dallo studio e dalle meditazioni

 

delle sacre scritture appare un linguaggio rivolto ad un’unica comunità che ripete le sue esperienze esistenziali durante i millenni.

Tempo nel quale opera sul pianeta Terra per conoscere e progredire oltre a comprendere e giudicare con razionalità: cos’è il bene e il male.

Ma non solo: conosce anche il segno positivo e negativo, acceso e spento, bianco e nero, dolore e benessere, felicità e tristezza e tutto ciò che ne consegue.

La comunità umana apprende che ogni sua intenzione genera un’azione e che tramite l’autocontrollo può gestire le sue scelte.

Oltre a comprendere che ogni sua azione genera una reazione di uguale intensità ma contraria.

Quindi non è più libero, come gli animali, ma responsabile: di ciò che è venuta a conoscenza; durante il periodo in cui, la comunità umana, ha vissuto sul pianeta.

 

 

Da queste osservazioni appare un fenomeno

 

Siamo sempre le stesse coscienze che vengono resuscitate in un nuovo corpo, forse immediatamente dopo il decesso o forse dopo una permanenza di osservazione delle vite precedenti.

Per ricordare gli errori del passato e poter fare scelte migliori nella prossima vita fisica.

Certamente siamo stati resuscitati a scaglioni per milioni di anni, forse da almeno 6000 anni abbiamo iniziato a sviluppare una nuova consapevolezza: quella civile.

Il nuovo corpo di destinazione è deciso dall’Altissimo secondo i suoi parametri e le nostre scelte che si susseguono vita dopo vita.

Noi non siamo a conoscenza di quanti universi e Terre abitate esitano nel cosmo quindi vi è sicuramente quella utile per la prossima lezione di vita.

Infatti sei convinto di abitare sul pianeta Terra ma non vi è alcuno che conosce realmente la posizione del sistema solare nel cosmo e neppure in quale universo sia situato.

Non siamo alle giostre ma direttamente nello spazio.

Tutti abbiamo assistito agli eventi che si susseguono sul pianeta e ne siamo divenuti consapevoli e forse: siamo arrivati al top della conoscenza.

Anche se supponiamo vi siano specie aliene più evolute: gli umani sono responsabili di ciò che hanno compreso come gli alieni della loro conoscenza.

Più conoscenza hai: più ne sei responsabile; più sei ignorante e meno parteciperai all’evoluzione umana e al suo adattamento civile.

 

 

 

Il tempo del raduno

 

Nelle profezie della cultura spirituale monoteista vi è scritto di un raduno di tutti gli individui della specie umana perché tutti saranno resuscitati e presentati davanti all’Altissimo.

Questo ragionamento mi porta a pensare che il tempo sia giunto se la mia teoria è coerente con la volontà dell’Altissimo.

Infatti sul pianeta terra alla fine dell’anno gregoriano 2019 erano presenti 7,7 miliardi di individui che tenderanno ad aumentare sino al 2050 come prevede la scienza.

Per poi diminuire bruscamente le nascite per cause ancora da chiarire ma basti pensare ai problemi sociali attuali per prevedere cosa accadrebbe con un massiccio aumento della popolazione.

Basta osservare la nuova mentalità italiana e confrontarla con quella di 150 anni fa in cui le famiglie erano composte da 5 a 15 figli.

L’innalzamento del costo della vita e l’aumento della disoccupazione a obbligato le famiglie a diminuire il numero dei componenti.

Ma potrebbe anche accadere un altro fenomeno spirituale che mi confermerebbe i racconti delle sacre scritture.

 

 

 

Come avviene il raduno dell’umanità

 

Avviene tramite la rinascita di tutti gli umani che hanno compiuto lo stesso numero di rinascite o resurrezioni.

Per questo la popolazione mondiale sta aumentando velocemente sino al giorno in cui tutta la comunità sarà radunata davanti all’Altissimo.

Giorno in cui verrà deciso il destino dei due gruppi di umani, divisi dalla profezia degli inviati: Gesù e Muhammad.

 

 

 

Perché sostengo sia una rinascita

o una resurrezione?

 

Perché osservando il comportamento della natura ho compreso che è facile, per l’Altissimo, ricreare ciò che vuole e ridare vita alla terra morta

semplicemente con acqua, le sementi presenti nel terreno cadute dalle piante morte, trasportate dal vento e rinate

tramite il seme o la radice e la volontà dell’Altissimo

 

Ne consegue che lo stesso fenomeno deve avvenire anche per gli esseri dotati di intelligenza e per gli animali.

Infatti: nonostante sulla Terra si mangi abbondanti quantità di carne essa è sempre presente sul tavolo degli umani

nonostante vengano ogni giorno macellate migliaia di bestie d’allevamento.

 

Ma anche gli esseri umani si sono moltiplicati, nonostante le grandi guerre del passato e del presente abbiano ucciso migliaia di persone.

Quindi non posso evitare di credere che l’Altissimo ci abbia tutti risorti più volte, durante i milioni di anni sulla Terra.

Ed ora: si appresterebbe a radunarci tutti per la mietitura del gran giorno in cui vi saranno due gruppi distinti:

color che erediteranno la Terra e coloro che acquisteranno le conseguenze delle loro intenzioni.

 

Anche ad Abramo: l’Altissimo rivelò il modo in cui resuscita i morti.

Infatti: quando Abramo domanda all’Altissimo di mostrargli come avviene la resurrezione:

Il Creatore gli ordina di fare a pezzi alcuni volatili, di portarli in cima ad una montagna e di tornare a casa.

 

Dopo che Abramo fu rientrato nella sua abitazione i volatili tornarono come se mai fossero stati uccisi; non certo le carcasse morte ma con un altro corpo.

Perché l’Altissimo non ha bisogno della nostra vecchia carcassa per ridarci la vita ma gli basta dire: Sii! Ed essa: è

Perché anche in questo caso: osservando la natura il fenomeno avviene esattamente con questo sistema.

Da tutto ciò ne consegue che se l’Altissimo opera in questo modo con le piante e gli animali: è inevitabile che sia così anche per gli umani.

Avviso

Siccome anch’io sono responsabile di ciò che trasmetto alla specie umana desidero ricordarti che questa è solo una teoria nata da studi inerenti alla cultura monoteista.

 

Lire l’article en français

Le temps est écoulé

Read the article in English

Time is up

Lee el artículo en español

Acabò il tiempo