Effetti da innamoramento

Molto tempo fa ho vissuto un innamoramento, non realizzato nel mondo fisico, che mi ha sconvolto la mente e non confermo di esserne uscito

 

 

Amore invisibile

 

Nella mia gioventù conobbi una ragazza che stravolse la mia mente per la capacità intellettiva e per la sua bellezza.

Frequentai questa persona solo per alcuni giorni e poi svanì improvvisamente dalla mia vita ma l’innamoramento non riuscì a spegnersi.

Ti ricordo che sei nella categoria Ambigua Umanità perché questo lo considero solo un fenomeno ambiguo.

O meglio un’anomalia gravitazionale nella vita o un evento che non appartiene al modello quotidiano della tua esistenza.

 

 

 

 

Ricordo che notai la ragazza

dopo le prove musicali che svolgevo con la mia band musicale del momento, non sapevo chi era ma il suo eros era così forte che non riuscivo a smettere di pensarla.

Alcuni sostengono che quando trovi una ragazza che ti affascina, con questa forza, significa che hai trovato quella che si adatta perfettamente al tuo carattere.

 

Io, invece credo, che fossero gli spermatozoi che non mi lasciavano in pace, ma invece non era così come pensavo.

Quando riuscii ad avvicinarmi a quella ragazza capii che non era attrazione solo erotica ma che c’era qualcosa che mi interessava molto di lei.

 

Infatti quando iniziò a parlare scoprii che aveva molto da insegnarmi perché era una studente di università e studiava una materia che io amavo già prima di conoscerla.

Ma io non ero un laureando mi occupavo di ebanisteria e restauro del mobile, anche se passavo molte ore sui libri durante la notte.

 

 

 

 

Ciò che fece quella ragazza di importante

fu: mettermi a conoscenza del mio livello di cultura che automaticamente innescò una consapevolezza diversa della situazione.

Capii che quella ragazza mi stava aiutando a trovare ciò che cercavo nei miei studi di psicologia e spiritualità.

 

Così: oltre all’eros presente nella ragazza, che attirava il mio cervello e faceva danzare gli spermatozoi eccitandomi a svariate fantasie sessuali:

vi fu anche la complicità culturale che mi coinvolse totalmente in un innamoramento infinito.

 

Ricordo che ebbi un’eccitazione sessuale: semplicemente parlando con lei sulla spiaggia che mi ha scioccato totalmente, non ne ricordo un’altra simile.

In un colloquio senza alcun contatto fisco o allusioni al sesso, era come se il suo spirito mi stesse accarezzando.

 

Ma dopo alcuni giorni la ragazza dovette partire per tornare ai suoi studi e io non sapevo di questa realtà quindi subii un trauma non indifferente.

L’unica persona speciale, per come la percepiva il mio carattere, stava per andarsene dalla mia vita e questo aumentò l’effetto innamoramento invece che smorzarlo.

 

Non avendo alcuna possibilità di contattarla o raggiungerla, per suoi motivi personali e privati: il mio cervello rimase nel vuoto, che la ragazza, lasciò nella mia vita.

Ma questo mi permise di aumentare le ore di studio per restare vicino a lei e al suo ricordo, oltre che cercare nuove esperienze sentimentali

per raggiungere il suo livello di conoscenza, che io non avevo.

 

 

 

 

Quanto durò l’innamoramento?

Non credo sia mai terminato infatti eccomi qui sul blog, in cui il bambino che c’è in me: tenta di comunicare con lei e di ricordarla continuamente.

Solo perché quella ragazza cambiò il mio modo di osservare l’esistenza e mi diede una nuova considerazione dell’amore.

Solo per poche ma sostanziose informazioni che mi permisero di continuare gli studi inerenti alla psicologia e alla spiritualità.

Concedendomi una cultura che mi permette di pubblicare tutte queste informazioni; che pur essendo soggettive: hanno la probabilità quantistica di essere utili a molti individui.

 

 

 

 

Quali effetti provasti nell’innamoramento

Ripeto, come negli altri articoli, che ho vissuto tutte queste esperienze senza l’uso di sostanze esterne che interagissero con il cervello.

Per farti comprendere cosa riesce a fare la materia grigia senza il bisogno di alterarla tramite farmaci o stupefacenti.

 

Dopo che la ragazza riprese gli studi e tornò alla sua città di residenza: mi svegliavo con il suo volto stampato nella mia mente.

Una volta la sognai che mi stava baciando e nello stesso momento ebbi un vero orgasmo che mi svegliò improvvisamente.

 

Il primo anno fu letteralmente terrificante perché il mio cervello iniziava a comportarsi in modo ambiguo

come se quella ragazza fosse presente e non fosse mai andata via, ma si nascondesse alla mia presenza.

 

Mentre camminavo per recarmi al lavoro la intravedevo in lontananza, ma quando mi avvicinavo: lei spariva dietro i pilasti dei porticati genovesi.

Oppure molte persone sembravano assomigliarli, tanto: che gli andavo incontro credendo fosse lei, ma invece erano estranei.

 

 

 

Perché non hai cercato un’altra ragazza?

Non sono mai stato un play boy cercavo solo la persona giusta, prima che iniziassi a dare di matto e a frequentare il mondo della prostituzione.

Quindi: non mi interessava trovare qualcosa di meglio perché il mio cervello l’aveva già trovata, ma non accettava di averla persa.

Credo che sia per questo motivo che successivamente persi anche la moglie: per comprendere che non c’è nulla di tuo

e che in ogni momento devi essere pronto ad accettare di perdere.

 

 

 

Perché non dimentichi la ragazza

Ormai non ho alcun bisogno di dimenticarla perché pensandola nascono nella mia mente idee da realizzare in questo mio nuovo lavoro di blogger multitasking.

Non ho mai più ascoltato la sua voce e neppure ho rivisto il suo volto, nella realtà, ma il tono della sua voce, le informazioni che mi lasciò e la profondità dei suoi occhi:

restano presenti nella mia memoria e mi permettono di vivere questo amore invisibile e lontano dal mondo.

L’amore è un elemento che appartiene al mondo invisibile, esso può viaggiare a velocità sconosciute e riesce unire la specie umana e tutti gli esseri della natura.