Democrazia: cos’è e quanti sono i sistemi democratici

Cos’è la democrazia? Quanti modelli democratici esistono? Nella politica democratica il popolo è sovrano, in questa pagina trovi il significato dei sei sistemi democratici

I sei sistemi democratici

 

Democrazia: dal Greco Demos = Popolo e da Cratos = Potere: Governo in cui il popolo è sovrano del suo paese e sceglie la politica per gestirlo, con questo nome identifichiamo una forma di governo

in cui il popolo ha diritto a scegliere e ad esprimere la propria idea e la propria volontà,

senza conoscere: che l’uso del termine “Democrazia” è stato adoperato per diversi tipi di politiche democratiche.

La politica democratica può assumere caratteri diversi e interpretazioni adeguate al fine di rendere il Popolo sovrano del suo paese.

Il Popolo gestisce, nella democrazia, la sua sovranità tramite le elezioni politiche eleggendo dei rappresentati che decideranno del governo in atto di essere.

Viene considerata democratica: una comunità di persone e il sistema decisionale preso all’interno di essa.

Platone: approfondisce la sua analisi sulla democrazia, in un suo trattato: (La Repubblica, cap.4°) dandone un giudizio negativo.

Aristotele, nel suo trattato: Politica, la giudica come una forma di governo non appropriata per il rischio che si trasformi in dittatura.

 

Configurazioni democratiche:

 

Democrazia. partecipativa: con questo sistema si genera un sistema politico che raccogliere informazioni pubbliche ma senza lasciare potere legislativo agli abitanti

Democ. deliberativa: è basata sull’espressione della volontà del popolo tramite un sistema deliberativo

Democr. diretta: il potere sovrano è gestito direttamente dal popolo cioè: si riunisce per discutere delle leggi e delle posizioni politiche.

Democ. indiretta: dove il potere è esercitato da rappresentanti eletti dai cittadini ai quali restano questi strumenti di sovranità:

il Referendum, la proposta di leggi e la petizione popolare; sistema politico democratico italiano.

Democr. organica: è un’organizzazione opposta ai principi liberal democratici di democrazia parlamentare, con un sistema: politico amministrativo organico; democrazia al potere in Spagna,

durante la dittatura di Francisco Franco. In Italia venne proposta ma non fu messa in atto a causa della sconfitta del fascismo

Democ. Rappresentativa: o Poliarchia, nel 1953 Robert Alan Dahl cercò un nuovo nome per indicare il sistema istituzionale della democrazia rappresentativa che si è sviluppato nel XX secolo,

la poliarchia si basa sull’estensione della cittadinanza per gli individui adulti e che, con questa, abbiano la possibilità di opporsi alle cariche politiche dello stato.

 

Fonti per la ricerca: