Covid e psicologia

Covid 19 è stato identificato alla fine dell’anno 2019, dopo circa tre mesi il virus diventa pandemia, ma: qual’è la psicologia del microbo?

 

 

La psicologia del covid 19 

 

Dopo gli atti terroristici dell’isis, che hanno spaventato il mondo, ecco qualcosa di più efficace, questa volta per mano di un’altra politica estrema:

Covid 19 viene scoperto in Cina; e nel corso di circa tre mesi: causa circa 4,500 morti nel mondo; le persone sono spaventate

più per il futuro che per ciò che sta accadendo.

 

Infatti molti sottovalutano il problema, come ho tentato di fare anch’io, ma qualcosa non mi convince sino al punto di fingere che non sia successo alcunché.

Anzi le ultime notizie dei più importanti quotidiani internazionale mi turbano maggiormente del virus perché

non comprendo la strategia anche se riesco ad immaginare dove, le super potenze, vogliano arrivare anche se ricordo un antico signore tedesco che aveva simili ideali.

La repubblica.it riporta una notizia agghiacciante: gli americani hanno svuotato i negozi di armi, in questi ultimi giorni,

quindi significa che la paura è molta e non solo a causa del virus.

Un’altra preoccupazione sono i 30 000 soldati americani che devono sbarcare in Europa: notizia confusa poi smentita e infine arginata 

come se sbracassero con i carri armati per andare in vacanza; questo fenomeno mi agitò fortemente, alla prima notizia che lessi, su ilfattoquotidiano.it

ma poi compresi che: non possiamo immaginare le strategie delle superpotenze, non abbiamo il potere nel cervello.

 

 

 

La mia reazione all’evento Covid 19

è per ora sotto controllo non ho alcuna paura anche se cerco di prevenire e di evitare il contagio.

Ho solo provato ciò che è sempre avvenuto nel mio carattere: una leggera perdita di motivazioni nel continuare a lottare sulla mia strada esistenziale.

Ma ora sta passando e infatti: ho ricominciato a pubblicare.

Questo fenomeno è un problema della mia psicologia che tende all’impulsività sia positivamente che negativamente.

Oggi meno che durante la mia gioventù, nella quale: persi occasioni importanti per questo fenomeno psicologico della mia mente.

 

 

 

Senza andare lontano nel passato

ricordo che per l’anno 2012 feci riserva di provviste alimentari, perché i media pompavano sulla fine del mondo o sulla nuova era.

Provviste che dovetti buttare perché dimenticai in cantina e le lascia scadere al loro utilizzo.

Nel caso attuale, in cui dovrei forse preoccuparmi di più che nel 2012: non ho fatto alcuna provvista e non mi viene neppure in mente di farla.

 

Ho solo integrato nell’organismo tutti gli elementi necessari per combattere un semplice virus e non trovarmi impreparato fisicamente se contraessi il covid 19 

tramite l’alimentazione basata sulla vitamina C, il ferro contenuto nella carne cruda, disinfettanti naturali come la cipolla, il peperoncino, il limone

 le vitamine e i sali minerali che puoi trovare in farmacia o in para farmacia.

Facendo riferimento al tuo medico per ogni decisione perché queste sono per il mio organismo che non assume alcool, farmaci o droghe e non ha in questo momento alcuna patologia.

 

Ciò che provo maggiormente, in questi casi, è la continua antipatia per questo sistema corrotto e questi continui problemi

scaturiti dalla politica e dall’economia mondiale, un po’ come avere il mal di mare continuato;

problemi che spaventano e interrompono la vita quotidiana di tutte le popolazioni della Terra.

 

 

 

La reazione della società al virus

 

In Italia e nel mio paese ligure: ho notato una tranquillità insolita, pensavo peggio, invece posso confermare che le persone sono in gran parte tranquille.

Solo qualche soggetto un po’ più sensibile si spaventa per uno starnuto o se nota che non stai tanto bene oppure individui che si inventano,

come me nella fantascienza: ogni sorta di complotto internazionale che stia invadendo il mondo.

 

 

 

La reazione nelle grandi città

credo che il problema sia più sentito sia per l’obbligo di stare in casa sia per coloro che lavorano nei mercati finanziari o hanno un’attività chiusa per il covid19.

Questo disastro umano ha distrutto l’economia mondiale favorendo solo alcuni settori che ancora non nomina nessuno.

Ma ho elaborato un’ipotesi: la precipitazione dei mercati potrebbe essere dovuta alla quarta rivoluzione industriale la 4.0

che mira all’intelligenza artificiale, all’industria spaziale e a quella del Green.

 

 

 

Anche in questa tragedia

non è mancata la speculazione ed anche se molti sono depressi per la perdita di capitali:

altri hanno approfittato del collasso commerciale del petrolio e del rincaro estremo dell’oro.

Come Donald Trump che ha deciso di riempire le riserve americane di petrolio ora che il prezzo è ai minimi storici.

Mentre gli Arabi, per far concorrenza alla Russia, hanno aumentato la produzione del petrolio abbassandone ulteriormente il prezzo.

 

 

 

Stephen Hawking sostiene

che l’estinzione della specie umana non avverrà a causa dell’atomica ma per la fantasia degli sciocchi che credono di salvare l’umanità raggiungendo gli eso pianeti.

Per questo vano motivo alcuni saranno spinti a commettere crimini sull’umanità e sull’ambiente con armi batteriologica o armi chimiche.

(Forse sono suggestionato ma Stephen ringrazia).

 

 

 

Personalmente, sostengo siano sciocchi

perché tutti siamo a conoscenza della lontananza di tali pianeti e dell’incapacità di trasportare la specie umana sino a loro.

Ma sono convinto che per il potere mondiale: molti sarebbero capaci di opprimere fisicamente e psicologicamente la specie umana, per ottenerlo.

 

Per convincere l’umanità che l’esopianeta o lo spazio siano l’unica salvezza ed alimentare l’industria spaziale e dell’intelligenza artificiale.

Ma ogni potere è vano in questo mondo perché l’esistenza ha un tempo determinato, per tutti; ed è questa la vera giustizia, il vero potere, la libertà.

 

L’umanità non ha bisogno di una stazione spaziale o di un esopianeta per non estinguersi essa cavalca il tempo

da milioni di anni e come gli animali, le piante e le leggi fisiche di un ecosistema essa è una probabilità nel cosmo come altre infinite probabilità nell’infinito.

 

Non sapevi di esistere ma esisti così non puoi aver paura di svanire per sempre perché nei cicli dell’esistenza rinascerai.

Tieni duro e non lasciarti suggestionare, grazie per la visita.