Cos’è la fame nervosa e notturna?


La fame nervosa oppure notturna è un problema psicologico che, non avendo limiti, diventa una brutta abitudine che può causare una serie di problemi alla salute come il sovrappeso e l’insonnia 


La fame notturna

 

Cos’è la fame nervosa:

La soddisfazione dello stomaco pieno è una sensazione riconducibile ai geni dei tuoi antenati che,

si comporta come un impulso per la tua memoria e ti riporta a questa abitudine  e mancanza che genera il vuoto.

La fame notturna nasce, anche da un senso, di insoddisfazione; dovuto in parte alla mancanza affettiva do a qualche problema che genera il vuoto in te.

nasce l’impulso che crea un vuoto e la fame, che emerge nei momenti di rilassamento.

Mangiare più o meno durante il giorno non provoca la fame nervosa ma è sempre il vuoto, che cerchi di colmare, che genera in te la fame.

Puoi usare terapie che lavorano sull’ansia e sullo stress ma se il problema è cronico è risolvibile con l’aiuto del tuo psicologo.

 Un altro motivo di appetito improvviso nasce dalla tua una memoria a lungo termine; che ti riporta alla sensazione di pienezza,

di quando eri in braccio a tua mamma; e con lo stomaco pieno di latte ti sentivi pienamente  soddisfatto.

Fare lo spuntino notturno ti trascinerà nella abitudine mentale di doverlo fare, trasformandosi in un problema cronico e psicologico.

 

Esempio:

Io devo muovermi in continuazione e trovare sempre molte cose da fare, perché:

in questo modo non ho il tempo per accorgermi del vuoto, di quella mancanza che mi spinge a stimolare la volontà per non far apparire lo stress. 

Le abbuffate l’anoressia e l’insonnia, con spuntini notturni, sono riconducibili al bisogno di soddisfazione.

Il problema dell’appetito notturno:

Puoi risolverlo impegnandoti in altre attività, esempio:

se ti svegli la notte con questo senso di vuoto che non lascia dormire e genera appetito; inizia a scrivere o a leggere sino a completa soddisfazione.

Effettivamente, ho constatato che l’apprendimento di nuove informazione genera pienezza e fa passare l’appetito, conciliando il sonno.

Altra soluzione per l’insonnia è il lavoro pesante, allenamento fisico come palestra o corsa a piedi e in bicicletta.

 

Alla fine della giornata di lavoro:

ricorda sempre di fare una doccia e di cambiarti i vestiti;

perché: anche se non te ne accorgi, sono ricoperti di polvere, o altre sostanze, che continui a respirare come, in primis, i capelli; sui quali si deposita anche lo smog.

Questa sporcizia: continua a disturbarti tutta la notte, come se fossi ancora sul posto di lavoro;

e durante il sonno leggero vieni svegliato e, se sei insoddisfatto per qualche motivo, inizierai a mangiare.

La fame notturna è un problema più femminile che maschile, ma senza generalizzare, perché l’uomo:

ha un meccanismo diverso del cervello che, quando ha un problema, spegne i rumori esterni per poter risolvere il problema nel silenzio, mentre la donna ha più bisogno di comunicare.


Informazioni di carattere psicologico che non sostituiscono il parere del tuo psicologo