Cos’è il mantello di Gesù ?

Durante l’arresto di Gesù le guardie vollero dividersi la veste del profeta e la fecero in quattro parti ma il mantello era un pezzo unico e tirarono a sorte

 

 

 

Le vesti di Gesù

 

Già dall’introduzione potrei non aggiungere altro, per chi ha intelletto: comprende sicuramente cosa nasconde questo versetto del vangelo,

che viene usato anche per la via crucis.

Ai tempi di Gesù la Palestina era governata dall’impero Romano e gli ebrei era dovuti a pagare le tasse a Roma.

 

 

 

La Giudea era governata da Ponzio Pilato

procuratore romano, al quale facevano riferimento tre ebrei giudei che detenevano il potere

solo se si sottomettevano totalmente alla volontà di Roma.

Ai tempi della nascita di Gesù il potere totale era affidato ad Erode che per paura delle profezie di Giovanni il battista che predicava la venuta del Re dei Giudei

decise un infanticidio per eliminare qualsiasi pericolo al trono; e fu per questo Maria fuggi in un luogo ad oriente:

per salvare Gesù dai macabri voleri di Erode.

 

Tra le popolazioni del tempo, in cui visse Gesù, vi era un piccola comunità  che criticava l’adorazione che veniva svolta nel tempio di Gerusalemme

Popolazione alla quale faceva parte anche Giovanni l’Evangelista e probabilmente frequentata da Gesù: erano gli Esseni

che cercavano continuamente la verità nelle profezie inerenti alla nascita del Messia.

 

Gli Esseni vivevano nella città di Qumran divenuta famosa dopo il ritrovamento dei manoscritti del Mar Morto nel 1947 precisamente il Rotolo del Mar Morto del profeta Isaia

Recuperati dai resti un monastero  in cui vivevano gli Esseni che proteggevano i papiri, contenenti le sacre scritture, dalla violenza distruttrice dei romani.

 

 

 

 

Nella Città di Qumran

che poi basta togliere la lettera m e diventa Quran, venne ritrovato anche il libro di Enoch che era il bisnonno del Profeta Noè.

La tradizione Ebraico cristiana riferisce l’esistenza di tre distinti libri di Enoch dei quali solo il primo venne accettato dalla chiesa copta etiope e

inserito nella Bibbia del cristianesimo copto.

 

Mente la Chiesa cattolica li rifiutò e non inserì nei canoni ebraico cristiani i tre libri di Enoch che sono:

Enoch 1° o Enoch Etiope, Enoch 2° o Enoch Slavo (i segreti di Enoch) ed Enoch 3° l’ Apocalisse Ebraica di Enoch scritti in lingua aramaico

 

 

Sia ben chiaro sia per i musulmani ed anche per i cristiani che: non voglio screditare alcunché ma il mio è un islam e un cristianesimo ragionato,

intellettuale perché il mio carattere non mi permette dubbi.

Amo vedere i credenti consapevoli di ciò che stanno vivendo mi strugge vederli ubriachi di menzogne sia che appartengano ad una religione o ad un’altra.

 

Per quanto mi riguarda: riconosco solo l’unicità e la singolarità dell’Altissimo tutto il resto deve corrispondere alle ricerche storiche e scientifiche.

Infatti io credo che la scienza e la storia siano due materie che continuano il racconto dell’esistenza umana sulla Terra come facevano anche  i Profeti del monoteismo.

 

Ne consegue che  mi domando sovente perché? Le religioni non hanno continuato a seguire ed accettare totalmente le ricerche

storiche e scientifiche?  Se non: per ostentare potere sull’ignoranza dei popoli ?

 

 

 

 

Per quale motivo sei un indipendente religioso

 per i motivi sopraelencati ho scelto di non appartenere ad alcuna religione o politica: perché non ha senso ritrovarsi sempre a fantasticare

con frasi che ostentano ricompense inesistenti o miracoli confusi con magie: per poter credere in Colui che è la vita per gli esseri viventi

altrimenti sarebbero immobili; potrei capire se vuoi convincermi perché sono ignorante ma oggi la cultura umana

non è più come 2000 anni fa, almeno per la maggioranza

Sembra di volersi prendere in giro da soli e di essere solamente dei poveri idealisti che si sentono in paradiso pur vivendo all’inferno.

 

 

 

 

Cos’è il mantello di Gesù ?

Il mantello di Gesù era il suo Vangelo il libro che doveva rivelare alla specie umana per liberarla dalla schiavitù dell’ignoranza

imposta dall’impero romano e dai dottori della Legge ebraica del tempo.

Ma era in un pezzo di stoffa unico quindi non poteva essere diviso ma solo scelto con la sorte o con i denari.

Siccome  gli esseni davano la caccia a qualsiasi informazione inerente alla profezia messianica:

sono quasi certo che riuscirono ad ottenerlo per il loro interesse culturale non certo per il valore della stoffa.

Ma altri potrebbero averlo conteso tramite la sorte o il pagamento di una somma ingente come un beduino del deserto o qualche arabo illustre.

Oppure potrebbe essere finito nelle mani di San Barnaba che venne lapidato dagli ebrei mentre lo stava recitando nel 50 d.C. dopo Gesù figlio di Maria.

Vangelo di Barnaba che si coadiuva con il racconto di Gesù descritto nel Corano e che venne recitato dall’arcangelo Gabriele a Muhammad nella grotta sul monte Hira

 

 

 

Nell’antichità su usava scrivere su papiri

ma anche su stoffa come all’interno delle mantelle e probabilmente Gesù vi trascrisse il suo vangelo

che venne osservato da chi era colto ma sottovalutato da chi era analfabeta.

Ai tempi di Gesù solo chi era veramente interessato riusciva ad imparare a leggere e a scrivere, molti trasmettevano le informazioni

oralmente e cercavano di memorizzarle il meglio possibile.