Cosa fare dopo un aggiornamento WP

Durante le mie esperienze informatiche ho notato, in questi giorni, il sorgere di alcuni problemi dopo un aggiornamento AMP e SEO, come ho risolto?

 


Cosa fare

dopo un’aggiornamento

AMP & SEO

 

A forza di rischiare un esaurimento nervoso a causa dei problemi collegati ad errori e disattenzioni del mio blog posso svelarti un ulteriore fenomeno.

Scaturito a mia insaputa dopo aggiornamento SEO e AMP, da cosa dipende l’errore inevitabile che ti costringe a trascorre notti di veglia per comprendere cosa è successo al tuo blog?

 

Mi sono lasciato tentare a cliccare sull’aggiornamento di AMP ed anche di SEO pur avendo già fatto questa esperienza.

Improvvisamente i risultati di ricerca apparivano disordinati tra loro mentre prima dell’aggiornamento il suo ordine era perfetto.

Nell’esperienza precedente mi rivolsi all’assistenza WP perché non sapevo che si trattasse di un aggiornamento ma questa volta ho voluto trovare l’enigma da solo

 

 

Cosa è accaduto al blog

 

Solo dopo aver ispezionato tutto il blog mi accorsi che dopo l’aggiornamento erano spari i SEO Meta Title e le SEO meta descrizioni di tutti i tag e delle categorie.

Quindi ho dovuto correggerle tutte e ripubblicare i titoli dei tag, delle categorie e tutte le loro meta descrizioni nelle schede SEO.

Una banale disattenzione che compromette i risultati di ricerca del blog e probabilmente non permette ai motori di ricerca di vedere le categorie del sito.



Cosa fare

dopo un’aggiornamento

Tengo a ricordare che i miei blog sono economici e non hanno alcun supporto esterno tranne gli aggiornamenti automatici.

Quindi i problemi descritti sono attinenti solo alle capacità di un blog come umanambiguita.

Un altra disattenzione da evitare è dimenticarsi di descrivere, con la tecnologia SEO, anche le immagini caricate sul blog.

Anche in questo caso ho notato un grave disordine nell’indicizzazione dei media pubblicati sul sito, soprattutto le meta descrizioni apparivano confuse riportando titoli esterni al sito.

 

Continuo a ripetere il mio consiglio di non scaricare immagini gratis dal web per caricarle sul blog perché in questo caso ho notato l’insorgere di un fenomeno simile allo spam.

Ne consegue che prima di farti venire un esaurimento nervoso è consigliabile analizzare tutto il blog per non incorrere in errori misteriosi e banali che possono compromettere il risultato voluto.

 

Per quanto riguarda gli aggiornamenti: posso rivelarti che mentre WordPress aveva automaticamente aggiornato la mia versione WP

Sono arrivati altri 12 aggiornamenti wp che no ha alcun senso installare perché WordPress è già stato aggiornato alla nuova versione.

Stesso fenomeno per gli aggiornamenti AMP e SEO – occorre fare attenzione e non lasciarsi tentare a cliccare l’aggiornamento se non si è certi che sia utile.

 

Sono alla ricerca di informazioni serie inerenti all’utilità di del plugin AMP su siti leggeri che non caricano video o media pesanti.

Perché inizia a sorgermi un serio dubbio attinente a questo plugin che è  gratuito e che non ho mai confrontato con un plugin AMP a pagamento.

Proverò a disinstallarlo per comprendere eventuali dinamiche sconosciute e perché l’informazione ritiene obbligatoria l’installazione di AMP.

Appena avrò constatato di persona l’utilità del plugin amp gratuito: sarai immediatamente informato.


Grazie per la visita