Come si lucida a gommalacca

La lucidatura artigianale, a tampone, è usata, ancora oggi, per mobili d’epoca, strumenti musicali antichi e oggetti vintage in legno.


Lucidatura a tampone

 

Come si lucida a gommalacca

Per lucidare il legno grezzo con la vernice gommalacca occorre levigare più volte la parte da verniciare, affinché: sia sgrassata e raffinata senza alcuna riga o increspatura fibrosa.

Il procedimento, appena descritto, non viene applicato sui mobili d’epoca o su strumenti musicali antichi, per non rovinare la patina originale dell’oggetto.

Quando la parte da verniciare è pulita e senza un graffio e vellutata al tatto: è pronta per la prima mano di verniciatura.

Su oggetti di grandi dimensioni occorre intervenire con una o due mani di vernice stesa a pennello, preoccupandoti di carteggiare dopo la prima mano, completamente asciutta, con carta abrasiva di grana 180.


 

 


Se l’oggetto da verniciare è piccolo:

puoi iniziare con un tampone costituito da un piccolo straccio di lana avvolto in un fine straccio di cotone.

Imbevi il tampone con la gommalacca che avrai precedentemente disciolto nell’alcool a 99° in dose di 200 grammi per litro d’alcool.

Strizza il tampone per eliminare la vernice in eccesso. e avvolgilo nello tessuto di cotone, inizia a depositare la gommalacca senza ripassare sulla vernice appena depositata.


 


Dopo queste due o tre passate

di gommalacca: carteggia con carta abrasiva di grana 220, spolvera per bene l’oggetto;

e inizia a chiudere il poro del legno lavorando la gommalacca, depositata in precedenza, con l’aggiunta di un pizzico di pomice di quarzo, in polvere fine; e qualche goccia di alcool, nel tampone.

Ruotando il tampone in senso orario e antiorario sul pezzo dal lucidare senza insistenza per non bruciare esageratamente la vernice creando, di conseguenza, dei vuoi. 

Quando avrai ottenuto la chiusura totale dei pori del legno con la vernice: raddrizza le passate circolari con la stessa tecnica pomice alcool, passando solo in senso lineare.

I tempi di essicazione della vernice variano dal clima e dalla temperatura, con clima secco e caldo impiega 15 minuti con clima freddo e umido anche qualche ora.

Attendi che la vernice si polverizzi per carteggiare e riverniciare; non ripassare, con la vernice, le parti di legno ancora con la vernice fresca.


 

 

 


Come si lucida a gommalacca

Dopo di ciò:

leviga tutto l’oggetto con una carta abrasiva da 380 oppure con paglietta di ferro molto fine.

Spolvera bene tutte le parti da verniciare e inizia a depositare la vernice senza pomice, ma aiutandoti con una goccia di olio di vaselina per agevolare la lucidatura.

Finisci la verniciatura, sostituendo più volte il tampone per non incorrere in depositi di residui o olio.

Quando avrai tolto ogni segno opaco, con le ultime mani di vernice, avrai terminato la tua lucidatura del mobile e dello strumento musicale.

Ricorda di non passare, con il tampone, più di una volta nello stesso punto; prima che sia asciugata la passata, di vernice, precedente.

Prima di appoggiare oggetti o di  trasportare l’oggetto lucidato attendi qualche ora soprattutto con clima freddo e umido.

Le condizioni atmosferiche ideali per questa verniciatura sono ambienti asciutti e con temperature che si aggirano intorno ai 20 gradi centigradi.

Consiglio di lucidare in ambienti puliti, senza polvere, arieggiati, vietato fumare a causa della presenza di sostanze infiammabili.


 

 


Un’ottima lucidatura

con vernice gomma lacca, necessita molto tempo perché occorre chiudere qualsiasi poro aperto del legno, con la vernice.

Questo implica:

una pausa tra la penultima mano e la finitura della lucidatura, perché, la vernice, tende ad essere assorbita dal legno; anche dopo alcuni giorni.

Con conseguente riapertura del poro chiuso, precedentemente.

Nell’epoca della lucidatura industriale, con vernice gommalacca, i mobili venivano lasciati in pausa anche alcuni mesi, prima di essere sottoposti alla lucidatura finale

 

Come in tutti i lavori:

Non puoi pretendere di ottenere dei capolavori nelle prime esperienze ma con un po’ di volontà. costanza ed esperienza otterrai notevoli soddisfazioni.