Come puoi superare l’apatia e capire cos’è

Perché non hai voglia neppure di muoverti? Come puoi trasformare i periodi di apatia della tua vita? Esistono soluzioni per risolvere questo problema che nascono da nuove emozioni e desideri

L’apatia cos’è?

 

La mancanza di un qualsiasi interesse sia mentale che fisico conduce ad una situazione psicologica che viene nominata: apatia.

Mentre la depressione può manifestarsi con stati ansiosi che inducono il paziente ad accorgersi di questo problema,

per via di un peggioramento del suo umore, che porta al desiderio di morire e a una totale mancanza di piacere.

L’apatia non provoca alcuna reazione nella psicologia  del soggetto e questo non ti permette di accorgertene e quindi rimediare al problema prima che si trasformi in un‘abitudine mentale.

L’apatia conduce il soggetto a limitare la creazione di pensieri e a trascurare persino se stesso oltre che a slegarsi totalmente dal mondo e dalla società.

Quando ti accorgi di non reagire ai normali eventi della vita che inducono a una reazione significa che l’apatia sta iniziando a impossessarsi de te.

 

Da cosa nasce l’apatia?

 

I problemi che possono dare origine all’apatia nascono dal campo emotivo e possono essere causati da una forte delusione, che può provocarti una rabbia interiore dovuta alle aspettative che avevi e che non hai ottenuto.

Che ti porterà a pensare che la tua vita non ha più senso, per via di queste delusioni che ti hanno distrutto i progetti tanto amati

Avere genitori senza alcun stimolo emotivo ti ha educato ad imitarli, diventando un’indolente nei confronti del mondo e di te stesso.

Una forte depressione può far nascere il sintomo  dell’apatia che ti porterà a situazioni di autolesionismo e assenza di forze.

 

Come risolvere il problema dell’apatia

 

Per risolvere questo problema devi accettare ed accorgerti di trovarti in quella situazione psicologica e da ciò iniziare il primo gesto per potertene liberare.

Puoi scegliere ciò che si trova a portata di mano: farti una doccia, indossare vestiti puliti, farti la barba, pulire la tua stanza e riordinarla, leggere un giornale, e tante altre cose che tu puoi avere in torno.

Iniziare a pensare è il secondo passo e tutte le azioni elencate sbloccheranno il tuo cervello dall’abitudine al disinteresse.

Ricorda che nessuno può crearsi aspettative, tu non sei l’unico, perché questa vita è conoscenza e solo da essa puoi trovare: vera e completa soddisfazione.

 

Non credere mai che restare nel tuo guscio protettore ti salvi da ogni male perché siamo tutti sottoposti alle stesse forze anche se non te ne accorgi e restare nell’involucro non ti permette di capire i problemi della vita restando vulnerabile difronte a tutti.

Più difficile da risolvere è l’apatia che nasce con il carattere perché assemblata ad esso non permette all’individuo di osservarla ed accettarne la presenza.

(Queste informazioni nascono dalla mia esperienza e non possono sostituire il parere di uno psicologo professionista, perché collegate alla mia ricerca individuale).