Come entrare in una dimensione

per entrare in una dimensione parallela alla realtà che puoi osservare ordinariamente occorre un che avvenga un fenomeno sensibile al soggetto

Dimensioni parallele

 

Le dimensioni dell’esistenza che pubblico in questo articolo corrispondono alla circostanza mentale in cui un individuo si trova

a causa di un distorsione della vita quotidiana che trasporta l’individuo in una dimensione parallela a quella che vive quotidianamente.

 

 

 

Distorsione causata dalla gravità

del fenomeno che ha vissuto il soggetto e che ne ha causato una forte emozione a livello psicologico.

Questa mia osservazione non esclude che le dimensioni che puoi visitare siano anche meno traumatiche di quelle che sostengo in questo articolo

 

Infatti basta un argomento diverso per viver un’atmosfera differente da quella che vivevi poco prima in un’altra conversazione o in un’altra lettura.

Per questo cerco di pubblicare articoli con parole popolari facilmente comprensibili per tutti ma se provi a spostarti di categoria

noterai anche tu come mi trasferisco di dimensione mentre esprimo le diverse materie.

 

Tu stesso potrai notare quale atmosfera genera leggere una leggenda fantascientifica nella categoria fantascienza, oppure un articolo di scienza, psicologia o spiritualità.

Oppure semplicemente cambiando sito per qualche secondo, ma poi torna qui così puoi notare la differenza il trasporto e paragonare i blog

 

Umanambiguita.com è un’esperimento quantistico a livello mentale e sociale nel quale puoi interagire tramite le particelle generate dal tuo pensiero.

Fantascienza? Perché no! Chiamiamola così almeno non attiriamo l’attenzione, soprattutto non confondiamo la fisica quantistica

con la quantistica di questo esperimento.

 

 

 

Per i giovani studenti

che intendono iscriversi alla facoltà di fisica quantistica e a coloro a cui piace leggere la verità e non vivere nell’illusione.

La fisica quantistica è la scienza che studia i fenomeni foto elettrici generati dalle particelle e dalle radiazioni della luce visibile (Luce solare) ed invisibile (Radiazione)

 

Oltre a tudiare le proprietà di tali particelle e la loro interazione con la materia; lo studio della fisica quantistica si fonda sulla matematica molto complessa

ed è riuscita chiudere la teoria delle particelle che formano la materia: tramite la scoperta del Bosone di Higgs avvenuta al CERN di Ginevra nell’anno 2012

 

Il Bosone di Higgs è la particella che permette la formazione della materia spazio tempo in cui si sono formati

i pianeti e le galassie: Il vuoto cosmico dell’universo, che non può essere paragonato al nulla perché tutti noi esistiamo e non possiamo sapere cos’è.

 

Quel vuoto cosmico ha permesso ad altre particelle di rallentare la loro corsa acquisendo o perdendo massa.

La loro collisione con altre particelle ha permesso la formazione atomi e succesivamente molecole di gas e polveri spaziali

che tramite altre collisioni e situazioni cosmiche hanno dato origine alla materia.

 

 

 

Il parallelismo

Come potrai notare dopo la lettura di queste informazioni scientifiche ti sei trasferito in un’altra dimensione

ma torniamo immediatamente alle dimensioni parallele dell’esistenza.

La figura retorica di ordine con la quale si genera un’idea, tramite la successione simmetrica, si nomina: parallelismo.

 

Le dimensioni parallele non sono distanti tra loro e neppure da te: esse occuperanno forse un micrometro o, ooooo1 metri oppure meno.

Non puoi pensarle come dimensioni tridimensionali perché normalmente sono bidimensionali o mono dimensionali.

Anche se il cervello le elabora successivamente in informazioni tridimensionali.

 

 

 

Dimensioni occulte

Vi sono delle dimensioni parallele dell’esistenza che sono misteriose e rare da visitare, esse socchiudono l’entrata solo in momenti emozionanti della vita.

Ricordo che solo durante uno pesante stress fisico dovuto al lavoro che non mi permetteva di reggermi in piedi e neppure di guardare con vista piena:

provai un dimensione che non avevo mai notato il mio corpo si era isolato e la mia coscienza continuava a lavorare come se non gli importasse nulla della stanchezza.

 

 

 

Mentre ero coricato sul letto

Improvvisamente ebbi una scossa di freddo e vidi mentalmente apparire una ruota a spirale di luce blu e bianca, nella mente, poi mi addormentai.

Confermo di non essere stato sotto l’effetto di medicinali, alcool o stupefacenti come in tutte le osservazioni che ho pubblicato.

 

 

 

Come funziona l’esperimento quantistico

L’esperimento avviene tramite i pensieri dei visitatori del sito che possono essere critici o alla ricerca di una risposta a qualche domanda.

Io non sono un chiaroveggente, neppure un mago e tantomeno un’illusionista credo che se nasce un’idea nel mio cervello:

essa sia il frutto di una coscienza collettiva che ci unisce nell’esistenza individuale.

Tramite le informazioni che viaggiano nella rete quantistica del cosmo e sono raccolte dalla memoria collettiva della specie umana e aliena.

Ed eccoci in un’altra dimensione: Fantascienza

Grazie per la visita