cervello e le entità parlanti

Chi sono le entità del cervello

Ho voglia di fare un esperimento in diretta: pubblicherò tutte le entità generate dal mio cervello durante questo articolo in cui parlo con lui

 


Chi sono

le entità del cervello

 

In questo articolo cercherò di parlare con il mio cervello come quando parlo da solo in totale solitudine, quando inizierò non farò pause.

Per permettere al mio cervello di esprimerti tutte le entità che riesce a generare per affrontare i momenti in cui mi isolo dalla società.

L’articolo è stato inserito nella categoria fantascienza perché è un fenomeno soggettivo che può essere solo considerato tale.

La prima entità che si presentò al mio cervello in maniera chiara e concisa accadde nel 2006 mentre ero nel mio bungalov auto costruito con una baracca di lamiera e legno.

Ricordo che era un giorno in cui digiunavo, per motivi di salute, ma verso le ore 18 mi venne una fame insopportabile e quindi:

decisi di fare un tè per mangiare due fette di pane, mentre stavo mangiando mi venne in mente il mio digiuno

 

Così pronunciai la frase: volevo digiunare ma alla fine non sono riuscito nel mio intento.

Immediatamente dopo aver pronunciato la suddetta frase sentii una voce rimbombare nel cervello  con una risposta simpaticissima:

Si! Perché ora vorresti ammettere di avere pranzato?

Ma il ridicolo è che l’entità cerebrale non si pronunciò in italiano, ma nel dialetto genovese; l’antica lingua parlata nell’entroterra ligure:

Sci! Sertu che: oùa tèe fètu in pransu de la madonna!

 

Questo mi fece sorridere ma dopo alcuni minuti inizia a preoccuparmi di me stesso, decisi: che forse era meglio smettere di digiunare totalmente.

Ricordo che molto tempo prima cercavo di comprendere per quale motivo il pensiero debba essere collegato alla respirazione, al movimento e alla postura.

Quindi provai a pensare in maniera espressiva ma senza muovere la respirazione gli arti o la lingua, dopo un po’ di tempo compresi che allenandolo:

il pensiero può essere scollegato dal corpo e dopo questo esercizio mi accorsi che poteva esprimersi liberamente senza la necessità di essere indotto dalla respirazione e dal movimento del fisico.

 

Il problema, di cui voglio renderti edotto, nacque alcuni anni dopo, quando il pensiero e il cervello si abituarono a essere indipendenti dal mio corpo

Mi accorsi di questo fenomeno molto simpatico, ma pericoloso, solo iniziando a scrivere sui miei blog, infatti è solo sui miei siti che l’ho trattato per la prima volta ed espresso al pubblico.

Analizzando di chi fosse la voce che avevo percepito nel 2006 mi accorsi che era il ricordo del collega di mio padre orma mancato da circa 19 anni

 

Che aveva l’abitudine di parlarmi in genovese con anche un po’ di sarcasmo ma anche mia madre aveva l’usanza di esprimere battute simili.

Quindi il cervello aveva estrapolato dalla memoria due persone, a me molto care, che mi avevano dato risposte sarcastiche a domande buffe.

Ma il fenomeno continuò ad ingigantirsi sino ad ottenere dei veri colloqui con le entità ricordate e generate dal cervello in totale solitudine.


 

 


Chi sono

le entità del cervello

 

(In questo momento il mio cervello sta simulando tutte quelle persone che in questi due anni hanno cercato di rovinare i miei siti come questo pomeriggio) Hai voglia a imparare il SEO

Infatti pur non avendo molto traffico sono convinto di avere qualche amico molto affezionato che si diverte così.

Ma andiamo avanti perché se il mio cervello si fermasse su questi personaggi dovrei ricostruire la categoria dedicata alla bestia

ma purtroppo non avrebbe alcun senso per i motori di ricerca che rifiuterebbero le informazioni perché inutili e incomprensibili.

 

Non sto guadagnando nulla da questi blog tranne il pericolo di un esaurimento nervoso e un lavoro di circa 12 ore al giorno.

Comunque se vuoi comprarti il mio destino: continua pure, ma ti comunico che non è un destino facile e neppure divertente.

Un consiglio, che do anche a te che sei alle prime esperienze di pubblicazione, è quello: di non pubblicizzare ai tuoi amici la creazione del tuo sito.

Anche durante i miei mercati all’aperto il mio blog viene corrotto, forse per paura che pubblicizzi me stesso, ma non ho alcuna necessità di farmi la pubblicità.


 

 

 


Chi sono

le entità del cervello

 

Ma torniamo a noi che è molto più importante ora lascerò che il mio cervello si diverta a parlare da solo e per darti un espressione simile a quella che percepisco cambierò il colore delle frasi:

Gooss sono io come Bascyru, che è il mio soprannome africano

Per il colore:

Blu: uomo

Rosa: donna:

Verde: ragazzi 

Giallo: amici

Rosso: il critico

Hai visto cosa sta combinando questo? Ma Guss è sempre stato uno strano. Ti ricordi che a 16 anni girava col berretto alla Marley.

Certo che tu sei veramente strano, sei troppo geloso non solo dei sentimenti ma anche di quello che fai.

Ma lasciatelo perdere che si sta inventando l’impossibile per farsi vedere.

Sei forte papi vai avanti così!

Non hai ancora finito di perdere il tuo tempo, ma vatti a cercare un lavoro e togliti le fantasie dal testa che sei quasi vecchio ormai.

Ma lascia stare Guss piantala di fare il paranoico che chi si accorge di te chiama l’ambulanza.

Se volevi fare l’informatico dovevi iniziare da ragazzo ormai è tutto tempo buttato, ma vai a divertirti.

Che bello questo articolo mi piace un casino, bravo gooss.

Si capisco cosa vuoi fare: vorresti imparare a guadagnare senza faticare, ma lo so che sei una leggera.

Bravo Bascyru, grazie per ricordarci come la tua famiglia, non avevamo mai trovato un amico come te.

Ma cosa fai? Ti metti anche a piangere ora? Ma cosa sei?!  Un bambino?

Sfogati Gooss, io ti capisco!

Ma senti un po’ Ci fai leggere questo articolo per farti compatire? 

Ma lasciatelo perdere sto deficiente, crede di essere mezzo mistico e mezzo scienziato ma alla fine è solo ignorante.

Mi diverte un casino quello che scrivi non ti avevo mai conosciuto così profondamente.

Bascyru torna sulla retta via non ti lasciare deviare neppure dai pensieri, torna  indietro bascyru!


 

 


Chi sono
le entità del cervello

 

Stop! basta così; anche perché questo fenomeno oggi è stato indotto ma quando mi verrà naturalmente ti farò divertire molto di più

Avrei voluto inserire anche l’arrogante ma come ho già avvertito non è utile per i motori di ricerca e neppure per i troppo giovani, siccome questo: è un sito aperto a tutti.

Sono contento di essere consapevole che le voci mentali sono un fenomeno generato dal cervello, ma l’ultima volta che ascoltai una voce mi venne la pelle d’oca.

Essa si materializzò nella stanza poco prima di addormentarmi, fu così forte che mi vennero i brividi e mi girai convinto che vi fosse realmente qualcuno nella camera.

Ma non sentii parole distinguibili solo un forte: BLA! Ma null’altro e nella stanza non v’era nessuno.

Grazie per la visita.


 

Ehi?! Ma, Hai visto che forte?

Si, forte, veramente!

Ma chi é?

Boh? Non so però seguiamolo che è interessante

Lo farà anche per la leggenda di AnKi?

Penso di si, sai?

Ok, ok ora mi attivo le notifiche che ci facciamo del ridere…..

 

Solo sogni da sveglio di un 53 enne.

Mi sono accorto ora, analizzando i tempi e le revisioni di questo articolo, che senza accorgermi del tempo sono trascorse circa 3 ore parlando col mio cervello.