Chi è De André? Fabrizio De André

Fabrizio De Andrè: è uno dei più noti cantautori italiani, Paolo Villaggio lo soprannominò: Faber; in collegamento alla ditta tedesca di pastelli e matite; Fabrizio nasce a Genova il 18/2/1940 e si spegne a Milano il giorno 11/1/1999


Il Faber

 

Chi è Fabrizio De André?

Il più grande cantante genovese insieme a Bruno Lauzi, Piero parodi & i Trilli;

Faber è unico, originale, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo; Fabrizio è in grande musicista, una grande anima e un grande uomo.

Le sue canzoni: narrano storie di prostitute, tossicodipendenti, emarginati e ribelli della società;

alcuni dei suoi testi sono inseriti nelle antologie scolastiche perché ritenute delle vere e proprie poesie.

 

Esempi:

La canzone di Marinella è un  brano dolce, cantabile, orecchiabile, quasi da brivido ma è la storia di una tossicodipendente che muore per overdose.

Bocca di rosa è la storia di una femmina che si fa i mariti delle donne del paese compreso il parroco e il maresciallo.

Ma, Bocca di Rosa, lo fa solo per passione; mentre la guerra di Piero:

ti insegna a non distrarti e a sparare per primo, oltre ad essere freddo e capace ad uccidere, senza considerare ciò che stai facendo.

.Questa frase, di De André, potresti dedicarmela per il tuo stupore:

“Si sa che la gente da buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio; si sa che la gente da buoni consigli se non può più dare il cattivo esempio”.

La mia età mi concede, ancora, di dare tutti i brutti esempi che voglio e non sono un religioso,

di conseguenza non ho vincoli morali e questo brano lo canto sovente anch’io, mentre lavoro.

De André

fu Esponente della scuola genovese; con Luigi Tenco, Umberto Bindi, Bruno Lauzi e Gino Paoli musicisti che contribuirono, enormemente, all’evoluzione della musica italiana.

La politica di Fabrizio de André si componeva di anarchia e pacifismo espressa nelle sue canzoni e nel suo stile di vita.

Ha collaborato con importanti artisti del mondo musicale dello spettacolo italiano.

Gli Artisti più conosciuti sono: La Premiata Forneria Marconi, Ivano Fossati, Francesco De Gregori, Massimo Bubbola, Fernanda Pivano, Mauro Pagani.

De André: ha tenuto in considerazione anche alcuni dialetti, nella sua musica, tra i quali il Genovese, il Napoletano e il Gallurese (varietà linguistica della  Corsica).


Il Padre di Fabrizio, Giuseppe:

 

di nobili origini provenzali, fu vicesindaco di Genova nel secondo dopoguerra, Presidente dell‘Eridania e promotore della fondazione della Fiera del Mare di Genova.

 

La madre di De André, Luigia Amerio era di classe sociale benestante, figlia di proprietari di vigneti e produttori vinicoli nella provincia di Cuneo.

 

Il Padre divenne proprietario di un istituto tecnico per geometri e ragionieri che, con le sue capacità manageriali.

 

Nel 1944 torna dalla famiglia a Ravignano d’Asti dove possiede la Cascina dell’Orto, torna a Genova solo nel dopoguerra.


Paolo Villaggio

fu un amico intimo di Fabrizio che lo riprendeva per le troppe parolacce e la sua irrequietezza.

Considerandolo uno stronzo perché, facendolo di proposito, attirava l’attenzione su se stesso; ma il mondo dello spettacolo è proprio questo.

Il grande musicista: a sei esami, dalla laurea in giurisprudenza, grazie ai primi contatti discografici, lascia l’università.

Ormai conduce una vita in contrasto con le abitudini della sua famiglia, la sua compagna dal 60 al 61 fu una signora residente negli antichi quartieri di Genova;

popolati di immigrati e pericolosi per la delinquenza presente, in quella zona del capoluogo ligure, negli anni della gioventù di De Andrè;

questo fece molto scalpore e intimorì i parenti del cantante di ottima famiglia, preoccupati per la loro incolumità e sicurezza.

Insieme a Paolo Villaggio, lavorava come cantante da crociera; e fu in quelle occasioni che, sembra,

si ritrovassero ad esibirsi insieme a Silvio Berlusconi nei loro incontri sulle navi da crociera.


“Fabrizio De André ha avuto anche una moglie e dei figli che, però, non gradiscono essere nominati e di conseguenza mi attengo al rispetto della loro privacy”


Molti giovani:

sono convinti che, per diventare famosi, occorra seguire pari passo la vita degli artisti tanto amati;

questo è un grave errore che non conduce al successo ma ella perdita della propria originalità;

Originalità che sarà apprezzata più che un’imitazione. Poniti una domanda: preferisci assistere a un’imitazione o all’esibizione originale dell’artista che ami?

La risposta vale anche nei confronti del tuo pubblico.

Ma cedendo la tua originalità, all’imitazione di qualcuno, ti condurrà alla rovina di te stesso e della tua esistenza;

perché tutti ti considereranno solo un imitatore che vive di rendita e di talento imprestato.

Ho esibito alcuni concerti con brani cover e brani di mia composizione e mi accorsi della grande diversità,

nell’espressione del feeling, sia quando esegui un brano tuo o quello di un altro artista.

Effetti speciali

Non lasciarti mai suggestionare dai suoni che ascolti nei concerti professionali; perché: per la resa sonora all’aperto

o in grandi ambienti, alcuni strumenti sono sovrapposti al playback, del brano, per il pompaggio acustico.

Un’altro esempio dell’ambiguità del mondo dello spettacolo posso raccontartela per averla vissuta direttamente.

All’età di 25 anni:

mi esibii in un concorso canoro nella zona in provincia di Savona:

i partecipanti dovevano esibire un brano a scelta cantando su un brano musicale in playback,

io decisi di non usare il playback e di cantare un brano mio con la chitarra acustica.

Alle finali del concorso: si presentò, a sorpresa (non tra partecipanti iniziali), un gruppo professionale di Perugia,

composto da cinque musicisti che suonava i fiati e cantava su playback, chiaramente loro sono arrivati per primi e io secondo.

Non avevo alcuna pretesa di arrivare per primo e neppure di vincere la registrazione di un disco come premio della vincita.

Ma mi resi conto che quel trattamento non consisteva nel perdere una gara, ma era squalificare una persona e tutti gli altri partecipanti.

Perché erano tutti molto bravi e avrebbero meritato una piccola soddisfazione: quella di aver partecipato ad una gara onesta, mentre invece è stato un bluff a scopo di lucro.

Quel giorno capii che l’ambiente commerciale della musica, forse, non si sincronizzava col mio carattere, ma occorsero ancora una decina d’anni per smettere di sognare.

.

Questo paragrafo,

che hai letto, non fa riferimento a coloro che vogliono divertirsi con la musica come un Hobby o per chi studia l’arte musicale ed è quindi costretto a imparare da musicisti professionisti.

Ma cerca di avvertire coloro che vogliono iniziare la carriera del musicista o dell’artista di spettacolo.

Il mondo commerciale di tutte le arti o i mestieri deve appagare la psicologia del pubblico attuale,

perché i produttori investono capitali per promuovere e vendere il prodotto da te fornito, di conseguenza:

devi adeguarti a ciò che vuole il pubblico per poter riempire di individui i tuoi concerti ed avere un ritorno economico,

che permetta a tutti gli impresari di ottenere un guadagno dai loro investimenti.

Vengono eseguiti studi sulla psicologia di mercato da ingegneri del commercio musicale o di spettacolo,

che forniscono i parametri per essere commerciali e comprati tramite le caratteristiche del pubblico per il quale ti esibisci.

Se non ti adegui a questi parametri non puoi entrare nel mondo commerciale, dell’arte o di qualsiasi altro mestiere,

perché non stimolando il pubblico non puoi ottenere guadagni e far guadagnare.

 

Esempio:

anche con questo blog, come con la mia musica, non potrò mai pretendere di avere dei risultati economici perché,

la mia informazione non si conforma con il mondo commerciale mediatico oggi si basa sul:

football, cani, gatti, sulle tragedie e beni di consumo, informazioni di tendenza (molto ricercate dal pubblico attuale), di conseguenza dovrei adattarmi se volessi ottenere successo.

Ma con l’inconveniente è che, delle suddette categorie, si occupano già grandi imprese che hanno investito capitali,

per inserirsi nel mercato del web, di conseguenza: sarebbe un’impresa molto difficile uguagliarli nella loro professionalità e organizzazione.

Ma il mondo funziona con i soldi e ormai è, quasi, l’ultimo valore rimasto sul Pianeta Terra.

Il vero successo

puoi ottenerlo, solo, con il risultato dei tuoi sforzi, maturando con il tuo carattere e la tua cultura

ed esprimendo, con la musica o qualsiasi altra arte, la tua intelligenza, le tue esperienze e la tua fantasia.

E’ comunque importante, imparare a suonare:

ascoltando e suonando sui brani di musicisti professionisti, per capirne la tecnica e l’uso dei suoni e della ritmica;

sincronizzandoti, all’unisono, con il brano; ma solo per ottenere le informazioni tecniche di un professionista.

 

Anche De André:

ha avuto necessità della collaborazione di musicisti importanti e personaggi noti dello spettacolo per ottenere il successo;

ed è una legge: che vale per tutti coloro che vivono nel mondo dello spettacolo; un mondo dove: oggi sei una star ma domani potresti diventare niente.


 

Discografia: 

Anno

1961: Tutto Fabrizio De Andre

1967: Volume I°

1968: Tutti morimmo a stento

1968: Volume III°

1970: La buona novella

1971: Non al denaro, non all’amore né al cielo

1973: Storia di un Impiegato

1974: Canzoni

1975: Volume VIII°

1978: Rimini

1981: Fabrizio De André (conosciuto come l’indiano)

1984: Creuza de ma

1990: Le Nuvole

1996: Le anime salve


Fabrizio de André

ha suonato in 12 Tournee delle quali solo una europea; accompagnato dai due componenti dei New Trolls e due dei Nuova Idea nel primo tour;

e dalla premiata Forneria Marconi nel secondo, la quale curò tutti gli arrangiamenti dei brani.

le sue musiche hanno composto anche notevoli colonne sonore in alcuni film importanti.

Ma: chi è Fabrizio De André?

Un grande uomo, un grande musicista, una grande anima…


U

www.umanambiguita.com

Information & Entertainment

A free & realy social comunication

 

 

 

 

 

Guss old Lion :
Umanambiguita.com è un sito d'informazione e intrattenimento che contiene informazioni scientifiche e filosofiche - Gùss Old Lion è il nik name dell'autore del blog - Human Ambiguity Information & Entertainment, a: free & realy social comunication.
Leggi la biografia di Gùss Old Lion
Leggi la Biografia di Mariagostino Costa
Disqus Comments Loading...

This website uses cookies for more information consult the: privacy policy statement