Cervello umano, sentimenti e sesso

Cervello umano sesso e sentimenti: un suono, una notizia sconvolgente o rasserenante e immediatamente cambia la nostra realtà

Cervello umano e sentimenti

 

Sei tu che ordini al cervello cosa deve elaborare, il cuore è solo un muscolo anche se abbiniamo a lui le nostre emozioni.

Siccome tutto il tuo organismo è comandato dal cervello: se riceve ordini errati genera anch’esso errate emozioni. La tua coscienza, l’individuo, ha la capacità di ordinargli quello che deve fare.

In Realtà la coscienza di ogni individuo è libera nell’infinito di decidere cosa provare, cosa fare, chi amare.
Tenendo presente che per raggiungere questa capacità necessitiamo di una maturità che porta il nostro organismo a non avere forti stimoli sessuali,
i quali influiscono decisamente sullo stato emotivo e psicologico di un individuo.

Maturità che viene generata anche dalla volontà di crescere e di cambiare.

 L’amore è solo un’intensa collaborazione nella volontà di migliorare nella vita di coppia o dell’umanità.
Non esiste altro amore, il resto è un effetto causato dal nostro sistema cerebrale che stimola alcune ghiandole del nostro organismo.

Anche solo nel momento in cui pensiamo all’altro sesso proviamo stimoli emotivi di diversa entità che poi vengono confusi con altro.

Questa spiegazione sradica i problemi causati dall’istinto primordiale di conservazione della specie.
Che nella nostra civiltà diventano problemi irrisolvibili perché il sesso viene strumentalizzato a fini economici e religiosi che essendo diventati  morali, generano senso di colpa quando vengono trasgrediti.
Creando anche forti emozioni che inducono al tradimento del rapporto di coppia
Quando avvertite sensazioni generate dalla vostra realtà circostante non collegatele immediatamente a un’altra persona
perché il cervello rischia di andare in confusione generando altri problemi anche di carattere fisico.

Il cervello:

 

è al buio non vede e non sente, siete voi che gli date gli ordini di elaborazione. Dalla qualità dell’ordine ne dipende il vostro equilibrio fisico e mentale.


Il cervello lo possiamo programmare meglio di un computer e funziona meglio di un telefonino.

Molto spesso facciamo errori di comportamento nei confronti del nostro cervello.


Per esempio: quando il nostro organismo ha bisogno d’acqua il cervello ci invia lo stimolo della sete, che spesso appaghiamo con una cosa diversa dall’acqua.


In questo modo, il cervello, sospende di inviare tale stimolo per evitare danni peggiori.

Per questo motivo diciamo che qualcosa ci ha fatto passare la sete, anche se non era solo acqua.


E’ stato il cervello che ha smesso di inviarvi il segnale di disidratazione per evitare ulteriori danni, siccome siamo composti da almeno il 70% di acqua.


La nostra coscienza siamo noi ed è libera di decidere della sua realtà. Noi (Esseri Coscienti) e la nostra memoria intelligente connessa a quella collettiva.