L’altra faccia delle torri gemelle

Al primo pomeriggio dell’undici settembre 2001 vidi per alcuni secondi un filmato che confusi per un vero film di azione: il crollo delle torri gemelle

 

 

 

L’altra faccia della medaglia

 

Altra faccia torri gemelle

Gli effetti erano perfetti sembrava proprio una ripresa professionale con tanto di regista e cameramen, solo dopo alcuni minuti

compresi che si trattava di un tragico evento.

Oggi pensavo: strano, che qualcuno abbia preparato un sistema di ripresa così sofisticato per un evento inatteso.

Con il rispetto per le vittime e i loro parenti: colgo l’occasione per ricordare questo evento che ha sconvolto il mondo.

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

Inizio col notare un fattore importante

dell’informazione:

che non è mai stata trasmessa una diretta video di un attentato,

tantomeno i particolari drammatici, ma ogni qualvolta che viene trasmessa un’informazione di cronaca, drammatica:

essi vengono nascosti, appositamente, per il rispetto di spettatori più sensibili, in questo attentato, invece, vengono trasmesse

anche le immagini di chi si butta dalla finestra.

 

 

 

 

Alcuni particolari durante le esplosioni

possono facilmente essere confusi con le vittime dell’attentato e infine ma al primo posto:

l’attentato è stato ripreso prima del suo inizio.

 

L’inizio del giorno più drammatico degli Stati Uniti ?

Io non credo proprio, forse il giorno più brutto è proprio questo

quello che vi sputtana tutti per quello che siete.

 

Le immagini sono osservabili da questo video che ho trovato su youtube ma che è stato trasmesso anche da qualche rete privata o

nazionale italiana, purtroppo: mi sono soffermato nel bar, in cui le trasmettevano, solo per pochi minuti giusto il tempo

di prendere un café.

 

Ricordo che sorrisi, invece di rimanere impressionato, perché ero convintissimo che fosse un film d’azione, solo dopo che fui avvisato

dell’attentato:

rimasi scioccato dall’evento e dallo stupore per essermi confuso.

 

Video racconto dell’11 settembre 2001-you tube

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

 

Ti hanno mostrato cosa fanno gli americani

quando si recano in Afganistan o in Pakistan?

Oppure cosa fa Erdogan in Siria?

Ha mai osservato le stragi degli Israeliani in Palestina?

Eppure vi sono tante occasioni per riprenderle, basterebbe

una telecamera fissa.

Ti hanno mostrato il filmato della cattura e dell’uccisione di Bin Laden ?

 

Quindi domandati: perché dare tanta importanza e fama ad un’organizzazione terroristica per mostrarti la sua potenza?

Perché tutto il mondo deve  temere il terrorismo ?

Al quale è dato il nome di islamico ma che di islamico ha ben poco.

 

Anche in guerra si minimizza la potenza del nemico, all’opinione pubblica, proprio per non spaventare il popolo,

quindi questa informazione di cronaca, trasmessa dai media:

fa l’interesse del nemico non quella dell’America o del mondo occidentale.

 

Ho analizzato almeno 20  filmati inerenti allo tsunami avvenuto in Giappone del 2011: non vedi un cadavere

ne una persona che tenta di salvarsi; e se  per caso sfugge e

viene registrato: immediatamente l’immagine viene  nascosta.

Perché l’11 settembre 2001 noti tutti quei particolari nei filmati ?

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

 

Ciò che alimenta il mio dubbio 11/ 9/ 2001

 

Il primo fattore, che alimenta il dubbio: potrebbe essere un’illusione ottica, oppure una ripresa da un’altra angolazione

ma invece di un’aereo, per alcuni micro secondi: puoi notare un missile a ricerca di calore.

 

Infatti all’annuncio del dirottamento vengono lanciati due aerei da ricognizione, per trovare quelli civili dirottati.

Ed è forse per questo motivo che,  gli aerei usati per l’attentato: volavano a bassissima quota

perché avevano intercettato i missili, lanciati dai ricognitori e si sono diretti verso le torri gemelle per distrarli.

Ma questo è solo un dubbio dovuto forse ad un’illusone ottica o alla ripresa da un’angolazione diversa.

 

 

 

 

L’11 settembre 2001 i media non si arrendono

per farti comprendere cosa avrebbe fatto Alkaida ti trasmettono pure le telefonate dagli uffici in fiamme di gente agonizzante

che attende la sua morte in mezzo ad un calore incandescente.

Così la paura e il terrore aumentano sino a farti credere che Bin Laden sia una superpotenza e che l’Islam non ha pietà di alcuno.

Dalle finestre in esplosione le telecamere riprendo tante stelline che volano in cielo come pure qualche sagoma di fumo che

può sembrare il corpo vaporizzato di qualche individuo; ed anche se non noti nulla mentre scorrono le immagini

i cervello memorizza ugualmente.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

Cosa mi turba l’animo

 

ancora oggi: è sapere che l’11 settembre 2001 è anche un film con 11 registi, di 11 paesi diversi, contenente 11 episodi ed

ogni episodio: dura 11 minuti 9 secondi e un fotogramma.

 

Una coproduzione internazionale tra

Regno Unito, USA, Iran, Messico, Francia, Giappone ed Egitto.

 

Ogni regista ha ricevuto un budget di 400 000 dollari, ma sembra: non venga rivelato il totale d’incassi, anche se è un film

acclamato in tutto il mondo.

Poi censurato da alcuni paesi, come l’Italia, perché giudicato irrispettoso ma questo giudizio: alimenta solo la pubblicità del film.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

 

Il film 11 settembre 2001

 

è uscito nel 2002 e siccome girare un film non è mai una passeggiata: credo che l’inizio delle riprese

possa essere avvenuto prima del 11 settembre 2001 con la conseguenza che le immagini trasmesse potrebbero essere:

 

quelle di un film e non della realtà; a causa della ripresa professionale e sofisticata che include i dettagli di un film drammatico e d’azione.

Il motivo del mio dubbio nasce proprio dall’effetto che provai l’11 settembre 2001 con il quale scriverò il 12 capitolo del film.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

12° episodio del film 11 / settembre / 2001

regista Gooss Old Lion

Da un evento realmente accaduto

 

Tornavo da un lungo viaggio che iniziò il 10 settembre 2001 ero in compagnia di una cantante africana con la quale studiavo alcuni brani,

da proporre: nei concerti che avrei esibito con la mia band del momento: Gùss & the Prospectors.

 

Dopo aver provato in uno studio di registrazione nei pressi del lago di Garda: ci dirigemmo verso uno studio a Bologna e dopo

riprendemmo la strada per tornare in provincia di Genova.

 

Nel primo pomeriggio dell’11 settembre arrivammo a Chiavari e sfinito dal viaggio uscii dall’autostrada per rinfrescarmi.

Parcheggiai  l’auto e insieme alla musicista ed entrai in un bar, lei prese un’acqua minerale ed io un caffè.

 

Mentre siamo al banco, del bar: la ragazza mi urta e mi dice: guarda ! Attirando la mia attenzione sul maxi schermo del bar.

Guardo il filmato e grido alla ragazza: waw, che bel film d’azione !

Ma noto che  la gente seduta mi guarda male, allora chiedo di cosa si tratti; tutti all’unisono rispondono: è un attentato terroristico in America !

E’ il terrorismo islamico !

 

In quel momento mi caddero le braccia e rimasi sconvolto, ma soprattutto: immaginavo cosa sarebbe accaduto,

da li a poco, nella mia vita.

Infatti avevo da poco iniziato i miei studi inerenti alla religione islamica e tutti coloro che mi frequentavano

ne erano a conoscenza.

 

Iniziai ad essere nominato talebano, poi ammazza gente, dopo iniziarono i giudizi più nefandi, anche la ragazza se ne andò

perché di religione cristiana, la quale: mi raccontò cosa accadde ai suoi fratelli quando arrivarono i terroristi nel suo villaggio.

 

La mia band non aveva più alcun interesse a seguirmi ed era anche spaventata, persi lavoro, stima,

amicizie e quindi anche denaro, tutto: per un gruppo di stronzi, che quel 11 settembre: non avevano altro da fare che suicidarsi.

 

Nonostante fossi anche frequentatore di alcune moschee per comprendere meglio la cultura islamica dovetti ritirarmi, perché

a Genova: non  si scherza in ambito di sicurezza e anche i luoghi di culto islamici mi iniziavano a spaventare, perché

non capivo cosa stesse accadendo di preciso.

 

Continuai i miei studi privatamente e dopo alcuni anni riprovai a tornare in moschea ma l’ambiente mi pareva diverso,

da come lo avevo conosciuto.

Forse la mia psicologia non voleva saperne di problemi altrui, che nascevano solo dalla politica e dall’economia internazionale.

 

Io cercavo la spiritualità non la politica, l’economia o lo stato islamico, cercavo gente come me ma purtroppo siamo tutti schiavi

dell’informazione che riceviamo e questo ci divide profondamente.

 

Dopo 19 anni dal tragico evento: sono qui seduto davanti al computer che tento di trovare un modo per comunicarvi ciò

che la vita mi ha insegnato; senza amici, senza donne, senza un futuro, attendendo solo la mia fine perché altro non resta.

 

Questo è il risultato di un evento trasmesso su tutte le televisioni del mondo che forse era solo un film girato molto bene.

Questo è il risultato di diffamare una cultura per interessi economici e politici senza badare a generalizzare

quando è proprio l’occidente: che si offende se generalizzi.

 

Oggi non distinguo più i terroristi da coloro che li giudicano tali, perché tutti hanno dato prova, che per l’economia e la politica:

non vi sono rimpianti per chi ne paga le conseguenze.

 

Oggi, per me, non cadono le torri gemelle ma il mondo intero, la sua bella civiltà e tutte le menzogne che ci avete trasmesso

da ogni parte del pianeta.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

Se fossi uno sceicco del male

 

non progetterei attentati ma farei sprofondare le superpotenze sul fondo dell’oceano per far compagnia agli squali;

senza nascondermi dietro una religione, dietro il nome di un Dio e senza neppure avvertirvi !

E tantomeno rivendicare la potenza per dimostrarmi più forte di altri.

 

 

Per tanti anni mi domandai cosa c’era in me che non piaceva al prossimo infine scoprii che era solo il mio amore

per la giustizia civile ed umana.

Questo 12° capitolo del film 11 / 9 / 2001  da un evento realmente accaduto: credo possa piacere anche al mio popolo italiano.

 

La notizia del crollo del mondo e della sua civiltà non sarà trasmessa in diretta e neppure in differita nessuno saprà mai cosa è accaduto.

Sino a quando, chi resta: si accorgerà che non arriva più alcun segnale dalle terre sommerse nell’oceano.

Se provi ad arrestarmi non cambierà la sorte, di questo mondo ignobile, come neppure se mi uccidi perché l’inesorabile destino:

non può modificarlo alcuno.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

Analisi visiva del 12° episodio

 

Tenta di immaginare gli ultimi paragrafi con me che recito seduto a bassa voce tra le mie colline di campagna vestito come Bin Laden

con un mitragliatore a tracollo, la barba lunga e i capelli lunghi, che parla una lingua che tu non comprendi con i sottotitoli

in arabo e un commentatore che traduce con espressione terrorizzata:

cosa crederesti che sia un brav’uomo?

 

No: penserai che sono un delinquente che voglio terrorizzarti se non sai o non ricordi che è solo l’episodio di un film.

Sto infatti preparandomi per fare una registrazione e mostrarti come l’apparenza inganni facilmente ma occorrerà un po di tempo

devo far crescere barba e capelli.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

L’uscita del film è simbolica 11 / 9 / 2002

 

Questo mi dimostrerebbe, nonostante le nuove tecnologie computerizzate per la produzione di film, che forse era già pronto e

ciò che abbiamo osservato l’ 11 settembre 2001: poteva essere la pubblicità del film trasmessa in tutto il mondo.

 

Questo paragrafo non vuole mancare di rispetto alle vittime di qualsiasi attentato ma togliere ad Al Kaida e a Bin Laden

la potenza sul mondo occidentale.

 

Potenza simbolica che viene usata esclusivamente come strumento per spaventare il capitalismo e smuovere i prezzi dell’oro e del petrolio

oltre a movimentare i mercati finanziari.

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

 

Lo spavento del capitalismo

 

si ripercuote su l’andamento economico e politico di tutte le nazioni della Terra.

Con conseguenze a volte disastrose per alcuni popoli costretti alla disoccupazione, ad un costo della vita eccessivamente elevato

sino a trascinare alcuni paesi nella guerra e nella fame.

 

Come il fenomeno della pandemia Coronavirus, covid19 o saarscov 2 che ha convinto i capitalisti ad investire nella sanità e nell’oro

portando ai massimi  il prezzo del metallo prezioso ed arricchendo enormemente coloro che possedevano riserva.

 

Alcuni investitori e produttori di strumenti sanitari come guanti e mascherine hanno tratto enorme beneficio economico

dal covid19 diventando multimiliardari.

 

Quindi domandati: cosa accadrà ? Quando i grandi produttori di strumenti sanitari vorranno arricchirsi vendendo sedie a rotelle cinesi.

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

 

Lo spavento non riguarda solo il capitalismo

 

l’opinione pubblica, tramiti gli eventi estremi che accadono nel mondo:

cambia direzione politica, nascono razzismi, odio, vendette inutili e che si sfogano su tutta la società.

 

Come l’esempio personale illustrato nel 12 episodio che ho aggiunto al film 11 settembre 2001 dove chi non alcun interesse economico o politico

ma solo culturale o professionale è costretto a perdere tutto solo per una lucrosa gestione dell’opinione pubblica, alimentata

da filmati come: il crollo delle torri gemelle.

 

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

La lucrosa gestione dell’opinione pubblica

 

Senza voler giudicare alcuno perché tutti viviamo tramite il denaro, in questo mondo civile, quindi: è inutile

vomitare nel piatto in cui mangi.

 

Ma vi sono modi e maniere diverse per ottenere ricchezza da pretendere di ottenerla: solo emozionando il pubblico e incollarlo allo schermo

turbando la sua psicologia per spingerlo politicamente a destra oppure a sinistra.

 

Impedendo ai cittadini di vivere armoniosamente in società senza riuscire ad integrarsi con tutti gli stranieri, presenti sul paese,

per paura del terrorismo o della malattia virale.

 

Arrivo quindi al concetto che: siccome tutto quanto fa spettacolo, lo spettacolo genera audience, l’audience produce ricchezza

da ciò ne consegue: che il terrorismo ha arricchito sicuramente qualcuno.

 

Nonostante abbia danneggiato l’economia Americana facendo precipitare il Down Jones alla maggiore caduta settimanale della sua storia 14,3 %

e facendo perdere, alle azioni statunitensi: 1400 miliardi di dollari.

 

Altra faccia torri gemelle

 

 

La ripresa economica

 

E’ iniziata nell’ultima settimana di settembre 2001 raccomandata da strateghi di mercato che invitavano all’investimento

soprattutto nel settore dell’antiterrorismo e delle iniziative degli Stati Uniti d’America in campo militare.

 

Dopo gli attacchi dell’11 settembre i movimenti principali dell’economia americana vennero bloccati per alcuni giorni

alcuni riaprirono il 17 di settembre 2001 tranne la: Federal Reserve che rimase aperta e permise all’oro, al gas e al petrolio di

aumentare i loro prezzi ed immise un totale 300 miliardi di dollari, di liquidità, nei tre giorni successivi all’attacco

(fonte: borse e dati.it)

(Fonte: Bis.org)

 

 

 

 

L’ Altra faccia  delle  torri gemelle

 

Per arricchire questo: qualcuno, sono servite le vite di molti ragazzi che potevano vivere, anche una vita felice, oltre alle vittime:

che diventarono martiri . . . . .