Alieni e Umani: parte 2 cap. 13

Mentre le astronavi si avvicinano alla meta: i terrestri addestrati da Enki provano i respiratori e le mute sub acque, per uscire dai loro veicoli e raggiungere la terra asciutta


Anki’s Empire

L’impero di Enki

Capitolo 13°

A Science & Fiction Leggend

Alieni e umani s’incontrano perte 2°

 

Etana)

Colonnello Inan prepariamo gli umani per l’immersione, mancano pochi minuti alla nostra terra.

Inan) Certo, Generale, provvediamo subito

Etana) Sumer! A rapporto tra 30 secondi, devo constatare se ricorda il programma, facciamo una revisione

Sumer) Subito Generale, sarò da lei tra poco

Inan) Aisha a rapporto, facciamo un breve colloquio

Aisha) Sono qui, Colonello Inan

Etana) Lei, Sumer, indosserà il vestito del principe dell’universo e si farà servire dai suoi otto compagni che indosseranno abiti ordinari e terrestri.

Etana) Quando avrete nascosto le moto sub acque e tutta l’attrezzatura, indossate i vestiti, poi iniziate a percorrere il sentiero indicato dal dispositivo radiotrasmittente che le sarà consegnato.

Sumer) Per quanto tempo dovremo camminare?

Etana) Voi raggiungerete la terra asciutta prima che sorga il sole e secondo il programma di Enki: sarete a destinazione quando il sole sarà sopra la vostra testa.

Sumer) Ma non c’era una moto terrestre, per camminare così tanto???

Etana) Purtroppo non abbiamo ancora i carburanti, caro signore della civiltà, ma vedrà che se esegue tutti gli ordini di Anki: tra qualche millennio la costruiremo la sua motocicletta.

Sumer) Per quanto ne so: qui sulla Terra gli esseri umani vivono al massimo 50 anni, mi spieghi meglio Generale.

Etana) Come insegna il Generale Anki:

apparteniamo ad una precisa geometria del cosmo e dell’esistenza e nessun essere vivente muore,

ma continua la sua evoluzione in diverse dimensioni compresa quella fisica. Ma non posso dirle altro, ne discuta con AnKi.

 

Sumer)

Ma un altro corpo dove lo troviamo?

Etana) La natura fisica fa parte dell’Universo, lei è Universo, il suo corpo è Universo, tutto ciò che tocca e vede con quel corpo è Universo.

Etana) L’universo fa parte del cosmo e dell’esistenza, per questo tutto ciò che è: può esistere; nell’invisibile, agli occhi fisici:

vi è tutto il necessario per ricreare e inserire informazioni ovunque, come nella mente, così: anche nella materia.

Sumer) E chi farebbe tutto ciò?!

Etana) Non è importante! Chi sia: Colui che riesce a fare tutto ciò con l’esistenza, ma è necessario ricordare e riconoscere: che lo fa!

Sumer) Terrò presente, Generale.

Etana) Preparatevi! Stiamo per raggiungere la zona limite, dobbiamo fermarci, tra 15 minuti vi immergerete.

Inan) Lei, Aisha: dovrà indossare vestiti Anunnaki, individuare umani intelligenti e far si che la seguano sino da Sumer; che insegnerà, a tutti loro, cosa sia utile fare per organizzare una piccola ma organizzata comunità di umani.

Aisha) Come faranno a seguirmi? Mi avete insegnato che, noi del pianeta Yury, non avevamo poteri d’ipnosi.

Inan) Non servono i poteri d’ipnosi, perché una bella donna riesca a ipnotizzare uomini che non hanno mai visto una ragazza vestita.

Inan) Quando avranno raggiunto la destinazione: gli farete trovare altre donne anunnaki e gli umani non andranno più via.

Etana) Colonello: noi dobbiamo preoccuparci degli umani da portare sulla stazione spaziale, quattro maschi e quattro femmine terrestri.

Inan) Lei si preoccupi dei maschi, che alle femmine penso io.

Etana) Ok! Siamo fermi, uscite dalle astronavi e sganciate le moto sub acque.


Sumer)

Siamo pronti, percorreremo le acque del golfo e raggiunta la terra: ci incammineremo per la zona di Ur. Per poi riposarci e attendere l’ora d’inizio del programma di civilizzazione dei terrestri.

Aisha) Come faremo con i pesci giganti?

Enki) Vi terrò al sicuro tramite il robot drone  e il satellite, non dovete preoccuparvi di nulla.

Raggiunta la terra: collegatevi via radio con i vostri dispositivi al setellite; vi indicherò ogni minimo particolare, tramite li micro cip inserito nelle vostre orecchie, durante tutta la vostra missione.

Enki) Etana e Inan: assicuratevi che i pannelli solari, per l’alimentazione energetica dei dispositivi, siano disposti per ricevere la luce solare e controllate che siano tutti attivi.

Inan e Etana) Pannelli solari attivi e posizionati, trasferimento energetico wireless attivato.

Enki) Non prendeteci gusto alla vacanza terrestre, mi raccomando!

Etana) Saremo pronti per il decollo tra 28 giorni, il tempo di constatare i primi risultati del programma di civilizzazione; e dopo aver recuperato i terrestri da inseminare artificialmente ed addestrare.

Sumer) Ci stiamo allontanando dalle navette spaziali; prova telecomunicazione: Generale Enki? Mi riceve?

Enki) Contatto stabilito, segnale radio: ottimo.

Sumer) Generale Etana, e collonello Inan: ricevete il mio segnale?

Etana e Inan) Si, perfetto, contatto con tutte le unità: perfettamente sincronizzato con tutti i dispositivi informatici.

Enki) Non mi resta che augurarvi buon lavoro; l’esistenza degli Anunnaki è ora nelle vostre mani; vicini abitanti di Yuri.

Sumer e Aisha) Grazie, Generale; faremo del nostro meglio

Enki) Grazie per la vostra pazienza, grazie!


 

Enki)

Gerale Etana e Colonello Inan: preparatevi per l’immersione, tra poco tocca a voi!

Etana) Siamo pronti, Generale: seguiremo gli umani ad una distanza di sicurezza!

Enki) Spegnete tutti i motori e i dispositivi ausiliari di comunicazione, comuicheremo direttamente tramite il satellite e il drone robot.

Enki) Ricordate che non siete nello spazio! Ricordate che non potete fare sforzi! Alimentatevi solo con vegetali e bevete molta acqua, non siete predisposti per mangiare carne animale e neppure il pesce.

Trascorrete molto tempo in acqua; per allenarvi a tornare nello spazio, tornate sempre alle vostre navette spaziali per dormire, disinfettatevi prima di entrare, non portate i vostri vestiti a bordo dei veicoli spaziali.

Non occorre che seguite gli umani addestrati per il programma, preoccupatevi di recuperare gli esemplari per l’addestramento, vivete all’esterno solo per 5 ore al giorno, proteggete la pelle dai raggi del sole.

Controllate ogni 15 minuti i collegamenti radio, non ipnotizzate nessuno, tranne chi si dimostra violento; ma soprattutto: state attenti alle bestie della terra compresi i terrestri. Buon lavoro: Anunnaki.

Etana e Inan) Grazie Generale, al prossimo collegamento

Enki) Passo e chiudo.


Gli umani di Anki:

convinti di essere alieni e provenire da un pianeta vicino a Nibru (Nibiru) di nome Yuri e addestrati per educare e usare l’umanità al fine salvare la specie Anunnaki al commando di AnKi:

Stanno per tornare alla loro terra di origine, la Mesopotamia, la terra che verrà nominata, tra qualche millennio: la culla della civiltà.

Gli anunnaki possiedono un’evoluzione maggiore di 400000 anni in confronto a quella dei terrestri.

In realtà!

gli umani: non sono pronti per fare questo salto evolutivo consistente, ma gli scienziati di Anki: hanno tentato questo ultimo esperimento per poter salvare la specie aliena.

Mescoleranno i geni per poter ottenere una specie, che nel corso della sua maturazione, imparerà a vivere anche nello spazio e a colonizzare altri mondi.

Ma non solo, gli alieni sono a conoscenza di come le informazioni genetiche vengono trasmesse, insieme alla coscienza degli individui, nei nuovi esseri intelligenti.

Ne consegue che gli umani:

ospiteranno una nuova coscienza a loro sconosciuta che metterà anche a disagio la specie umana perché solo una piccola percentuale riuscirà a ottenere il massimo dell’intelligenza aliena.

Ma il Generale Anki: non si lascia illudere dai problemi; ed è sicuro che la specie umana diventerà la più evoluta dell’universo conosciuto.

Ne consegue che:

ti invito a leggere il prossimo capitolo.

Grazie per la visita.


Trovi i capitoli pubblicati in precedenza nella categoria:

Nibiru: L’impero di Enki – Anki’s Empire