Tradimento, quando l’uomo tradisce la donna

Il tradimento: la trasgressione maschile nel rapporto di coppia, perché l’uomo si separa dalla sua compagnaQuesto è un riassunto di alcune problematiche del rapporto di coppia e di alcune caratteristiche sessuali dell’uomo.

Tenendo conto dell’educazione nella quale è cresciuto l’uomo, che definisce problematiche e sensi di colpa.

Mentre in altre culture educative i problemi possono risultare differenti soprattutto in tema di trasgressione o di relazioni poligame.

Spiegherò brevemente come coltivare l’interesse sessuale per il proprio partner, nel tempo.

Prima di lanciare giudizi dobbiamo valutare l’età e la circostanza dell’uomo e che è un animale maschio

di cui è provata scientificamente la totale diversità da quello femminile a livello cerebrale, psicologico e fisico.

Nonostante le ultime ricerche dimostrino che, oggi, anche le donne tendono a pensare al sesso quasi quanto l’uomo. Infatti anche quando un uomo è solo, inevitabilmente, pensa al sesso.

C’è chi riesce a nasconderlo o a reprimerlo ma reprimendo quest’istinto non modifichiamo la natura umana.

Solo quando l’uomo si concentra su problemi o lavori importanti, il pensiero del sesso scompare.

Ma poi ritorna a parte casi dove ci siano patologie psicologiche, gravi, dovute a qualche forte delusione, non solo sentimentale.

Le donne tendono a giudicare questi comportamenti maschili: irresponsabilità, ed effettivamente dipendono dall’immaturità dell’uomo di fronte alle responsabilità della vita sentimentale.

Le motivazioni giovanili:

all’esperienza sessuale durante la crescita sono un fenomeno biologico chiamato Pubertà.

Con lo sviluppo delle ghiandole sessuali e la produzione di sperma (caratteri sessuali primari),

si sviluppano anche cambiamenti corporei (caratteri sessuali secondari) che danno origine alla masturbazione.

Un fenomeno biologico che precede l’adolescenza definito anche cambiamento corporale della maturazione sessuale, diverso dall’adolescenza che è il percorso del bambino nel divenire adulto in relazione alla società.

L’uomo eterosessuale non può fare ameno di pensare ” anche ” al sesso mentre si trova in compagnia di una donna, non è detto che ci provi per motivi legati ad altri fattori ma, al sesso con quella donna ci penserà.

Anche solo per una frazione di secondo. Perché è un uomo, ha in se l’istinto di preservare la sua specie che siccome è represso dal costo della vita e dalla morale diventa un momento, solo, a sfondo sessuale.

La trasgressione: questo fenomeno crea un’emozione molto più forte di un rapporto sessuale di coppia perché all’emozione sessuale aggiungiamo il senso di trasgredire che genera effetti stupefacenti sommati a quelli sessuali.

Quindi è normale che capiti in un uomo, con già molta esperienza di coppia, di sentirsi annoiato dalla stessa emozione ormai conosciuta;

e avendone l’occasione spingersi oltre i confini con le inevitabili conseguenze.

Perdita confidenziale con la sua compagna e senso di colpa, che si trasformeranno presto in rabbia e gelosia.

Il sogno della poligamia:

molti uomini sognano sin da ragazzi di trovarsi nello stesso letto con due donne e sino a quando non soddisfano questo sogno: lo ricercano anche da sposati. Mentre nella poligamia quello che più importa è la situazione economica e il letto non conta nulla.

L’istigazione: ci sono donne che pur conoscendo  la situazione sentimentale di un uomo no si fanno scrupolo nel cercare di sedurlo, anche solo per una sera o anche per un mese o due, il tempo giusto perché si dimentichi chi era e si accorga che è immaturo.

 

A parte i casi dove la coppia sia basata su altri principi, l’educazione e la cultura sono fattori importantissimi che non possiamo sottovalutare.

In Italia esiste una cultura sul rapporto di coppia diversa da quella di altri paesi o da diverse mentalità.

Che alcuni non possono criticare e neppure capire perché con l’educazione, ricevuta, hanno una programmazione mentale diversa che non gli permette di capire ciò che, da bambini, ne hanno ignorato l’esistenza.

E successivamente non hanno aggiunto nuove informazioni nel loro cervello, fondate su esperienze e cultura.

Nel rapporto di coppia:

necessita molta serietà e maturità, non basta essere usciti dall’adolescenza, essere padri, credere in Dio, o esser pieni di buoni propositi.

Il vero rapporto di coppia è una scelta di vita e se ci sono dei figli diventa una grande responsabilità perché diventeranno persone e si chiederanno chi siete.

Nella relazione occorre proteggere il rapporto, cioè evitare tutte quelle occasioni dove il sentimento o l’interesse per il partner può sfuggire.

Sembra assurdo ripetere queste cose nel 2018 ma ho la netta impressione che se l’uomo vuole un matrimonio, un fidanzamento o anche solo la presenza affettiva della sua compagna sia necessario che non si distragga, portando nella sua distrazione il cervello, il corpo e con se anche il cuore.

Molto importante psicologicamente è porre un confine sottile nella coppia che permetta all’uomo e alla donna di sentirsi sempre un po’ estranei.

Questo comportamento concede ai due di rivivere il momento in cui si sono conosciuti.

Innescando la passione sentimentale vissuta all’inizio del rapporto e l’emozione che hanno provato concedendosi a un estraneo la prima volta, alimentando il desiderio sessuale per lei e per lui.

Questa è la soluzione base per continuare ad avere interesse sessuale nel matrimonio o nella convivenza.

I Social Network:

Il mondo virtuale, così tanto virtuale non è. Potete fare la prova voi stessi: confrontando la vostra reazione quando trovate qualcuno accondiscendente con ciò che pensate e desiderate sentire o con chi si esprime contrariamente a voi.

Guardando un immagine o un video, cercate di capire ciò che provate e potrete notare che siete suggestionati da quella realtà, anche se in realtà è solo su uno schermo.

Il nostro cervello è al buio, non sente, non vede, tutto ciò che percepisce gli arriva tramite impulsi elettrochimici partiti dai nostri organi sensitivi (vista, udito, olfatto, gusto, tatto)

quindi per lui non è importante ciò che ci sia all’esterno ma solo gli stimoli che dall’ambiente esterno arrivano a lui tramite i centri nervosi.

Il mondo virtuale può aiutare notevolmente l’umanità se l’umanità imparerà ad usarlo.

Trascorrendo molto tempo in questo mondo rischiamo di modificare il nostro metabolismo e di conseguenza la salute mentale,

abituando il cervello a essere stimolato da un mondo bidimensionale invece che tridimensionale, da situazioni che potrebbero essere false,

contrarie a ciò che stiamo credendo ma, rispondendoci in modo appagante, ci illudono di esserlo.

Il cervello, ricevendo alcuni impulsi elettrochimici dalla vista, di fronte a uno schermo, riesce a riprodurre la felicità anche se all’esterno è solo simulata, oppure la tristezza, l’odio, la gelosia. o un emozione.

Non possiamo generalizzare perché ogni carattere, sia maschile che femminile, mostra nette differenze. Qualcuno potrebbe essere meno vulnerabile o non esserlo per niente.

Qualcuno considerare questi fattori in un senso invece che in un altro, grazie alla conoscenza memorizzata nel loro cervello.

Disinibirsi:

Capita spesso che una donna sposata, si vergogni, difronte al marito e viceversa lui con la moglie, nell’esprimere le proprie fantasie sessuali.

Reprimendole decideranno entrambi di rivolgersi altrove. Come dicevo prima, mettete quel sottile confine “confidenziale” e quando siete a letto toglietelo, lasciandovi andare a qualsiasi fantasia erotica.

Chiaramente se il rapporto di coppia è equilibrato, cioè entrambi contribuiscono a proteggerne l’intimità, si comprendono e si rendono disponibili per le esigenze del loro partner, i rischi sono minori o nulli.

” Ricordo alle donne che vogliono l’ uomo, accanto a loro, che devono tenergli scariche le batterie.

Se non vogliono che le vada a scaricare fuori” (questo consiglio fu espresso a una ragazza da una Signora anziana di nome Vanda circa 20 anni fa).

Amicizia tra i sessi:

Prima valutiamo il carattere dell’amicizia che i due sessi vogliono instaurare, esiste un amicizia intima nella quale è compreso il sesso; e un amicizia affettiva, dove il sesso viene considerato parte integrante di un sentimento e non dell’affetto.

Nel primo caso può esistere una vera amicizia; se gli individui non sono possessivi e non hanno problemi di gelosia, ma costruiscono il rapporto sul rispetto invece che nell’amore vincolato.

Nel secondo caso la donna potrebbe anche instaurare una semplice amicizia, se è capace di controllare i suoi momenti sessualmente attivi.

Mentre per l’uomo, eterosessuale, questo è molto difficile in giovane età. Più facile nella maturità e nella vecchiaia.

L’uomo eterosessuale resta maschio e la donna femmina, non è una nuova scoperta è un dato scientifico vecchio come il mondo.

Un quesito che mi pongo riguarda la scelta del partner. Se avete un vero amico, mettetevi con lui!

Cercare il migliore amico o la migliore amica, oltre al rapporto sentimentale, inevitabilmente sottrae amore al partner e lo da a un altro;

creando gelosie, litigi, allontanamento, e nei casi più significativi anche separazione e divorzio.

Tranne i casi dove l’uomo e la donna hanno ruoli professionali che, pur convivendo, non gli permettono di accoppiarsi sessualmente o sentimentalmente.

O, tornando all’amicizia anche sessuale, non sono possessivi, in questi casi può nascere una vera e grande amicizia tra l’uomo e la donna ma questo è difficilmente comprensibile.

Contrariamente:

a ciò che richiede l’antica morale italiana: credo che se un individuo è immaturo nell’affrontare una relazione sentimentale lo è anche nell’esperienza sessuale e nel conoscere la donna.

L’unico metodo di maturazione resta l’esperienza, quindi non possiamo puntare il dito su chi ci risulta immaturo o irresponsabile.

Perché se una donna si è innamorata di questo soggetto anche lei dimostra poca esperienza nell’intraprendere una relazione di coppia.

Le circostanze di una vita sentimentale dipendono anche dalla conoscenza del sesso opposto e delle sue caratteristiche comportamentali.

Per riuscire a comprendere chi siamo prima di scannarci, perché incompatibili, e sentirci delusi della nostra scelta.

Esistono culture su questo pianeta dove la coppia può avere un’esperienza prematrimoniale concessa ai due per conoscersi e decidere del futuro di entrambi.

Ciò che esprimo è solo una considerazione personale maturata nella mia vita, è solo un appunto per chi lo ritiene utile.

I un prossimo articolo mi occuperò delle fantasie erotiche femminili, consiglio di dare un occhiata anche all’articolo “perché prestiamo fede all’illusione“, per avere un’idea di come reagisce il cervello umano.