Crisi Italiana cause e sua tradizione storica.

 

Le mie constatazioni riguardanti il problema della Crisi Economica in Italia. Da tempo sento continue lamentele riguardanti…..

il Governo Italiano e ai suoi Ministri oltre a quelle sul problema monetario e comunitario nei confronti dell’Europa…..

La crisi economica Italiana non dipende solo dall’Italia, dagli Italiani o dal nuovo conio del sistema monetario, ma da una serie di eventi concatenati dal Sistema Economico Mondiale e dall’oligarchia finanziaria. Ho potuto verificare di persona alcune cause che restano misteriose agli occhi del Popolo Italiano e ora ve le elenco…..

Ci sono molte costituenti che hanno contribuito alla Crisi Economica Italiana. Io vi elencherò quelle che non vengono citate frequentemente, forse perché non creano Audience (Ascolto).

Ritengo inutile giudicare i Politici del Governo Italiano perché li ha votati il Popolo, capace di intendere e di volere, e sicuramente di maggiore età. Se la maggioranza ha creduto a delle menzogne significa che non capisce il linguaggio politico e si lascia abbindolare dalle promesse di un Uomo. (E a questo “punto” gli ascolti, calano immediatamente).

le cause che restano misteriose e che hanno  favorito la crisi economica in Italia, sono:

l’oligarchia finanziaria e la liberalizzazione dei mercati che ha paralizzato l’economia per l’elevato controllo fiscale in Italia e minore o nullo nelle altre zone in questione. Creando così una concorrenza estera che ha spinto gli imprenditori a rivolgersi ad altri paesi.

Problemi legati alla sospensione di alcuni finanziamenti provenienti dall’America e dalla Russia.

Problemi per l’elevato tasso di immigrazione; generato dalle guerre combattute nei paesi Africani a causa della destabilizzazione di alcuni Governi che erano sostenuti, sino al 1989, dalla Russia e dall’America perché, sino allora, ritenuti Strategici dalle Superpotenze e poi abbandonati a se stessi. Per altri paesi Africani il problema restano le strategie governative coloniali Europee e Americane che, applicando differenze razziali, hanno generato odio tra le Tribù e conseguenti massacri (un esempio: il massacro in Ruanda ex colonia Belga).Quando hanno colonizzato gran parte dell’Africa non hanno pensato che, in un futuro, poteva ribaltarsi la situazione e che le strategie razziste e oppressive sono inadeguate per governare un paese.

Se gli Italiani fossero stati contrari al moltiplicarsi del costo della vita, avrebbero protestato per bloccare il sistema di valutazione del costo dei prodotti. Invece tutti erano contenti di guadagnare di più e lo sono tuttora (tranne i Lavoratori dipendenti di ditte private o statali e i Pensionati che sono stati impoveriti e disprezzati); perché da quando sento queste valutazioni sul nostro paese non è cambiato nulla e tutti continuano a fregarsi nell’accondiscendenza totale.

Prima si lamentavano che non c’erano abbastanza leggi fiscali, perché invidiosi se non riuscivano a rubare come il vicino, oggi si lamentano che ruba solo il fisco e si denunciano tra di loro sempre per lo stesso motivo. Il popolo Italiano è un grande popolo ma ancora immaturo, perché educato: prima con l’Impero Vaticano, dopo col Regime, poi con la Dittatura e oggi con una Pseudo Democrazia.

Sino a quando i Popoli avranno bisogno di essere governati non ci sarà mai un vero cambiamento che permetta al Popolo di essere Sovrano, ma solo qualcuno che gli detterà delle Leggi e lo punirà se non le osserva. Usufruendo della sua forza lavoro per gestire il Paese come meglio gli pare. Volendo può dichiarare anche guerra a un altro paese, ma sempre col sacrificio economico e personale del Popolo, che chiama Sovrano.

Per non dare un altra interpretazione a quest’ultimo paragrafo ricordo che essere capaci di autogovernarsi non significa essere Anarchici (anche se questa parola può avere molti significati, nel rischio, preferisco precisare) per autogovernarsi intendo semplicemente autoimporsi le Leggi per un Rispetto Sociale e Collaborativo che permetta alla Società Italiana di Progredire nell’interesse di Tutto il Popolo.